Richeldi: “Vaccino bambini? Regalo di Natale”/ “Nessuno sa se servirà la quarta dose”

- Dario D'Angelo

Il prof. Luca Richeldi ospite a Tg2 Post ha parlato di variante Omicron, terza dose, mascherine all’aperto e vaccinazione nei bambini.

richeldi tg2 post 2021 640x300
Richeldi a Tg2 Post

Luca Richeldi, direttore UOP del Policlinico Gemelli, ha parlato a Tg2 Post di variante Omicron, terza dose e vaccinazione dei bambini. Impossibile non partire dalla nuova variante che, dice l’esperto, “è stata scoperta per incremento dei positivi, non dei ricoverati o dei morti, e questa è una buona notizia”. In ogni caso, spiega Richeldi, “il valore R è molto alto, si avvicina a 2 e potrebbe superarlo. Lo strumento per ridurre la trasmissione è la mascherina, al di là del distanziamento che non è fattibile durante lo shopping“. Dai sindaci dunque, con la proposta di obbligo di mascherina all’aperto, “è arrivata una giustissima indicazione. Niente toglie che uno se la metta anche se non è obbligatoria. Diventerà, credo, molto più usata anche nei posti dove non è obbligatoria“.

Luca Richeldi: “Vaccinazione bambini regalo di Natale per le famiglie”

Richeldi ha parlato anche di vaccini: sarà necessaria una quarta dose dopo la terza? “Nessuno sa se ci vorrà un’ulteriore dose, anche se i dati che arrivano dai Paesi che hanno già vaccinato estesamente con la terza dose come Israele sembra suggerire che questa consolidi veramente la risposta immunitaria. Per quanto riguarda l’aggiornamento dei vaccini queste tecnologie a Rna messaggero hanno questo grande vantaggio di poter essere aggiornate quasi in tempo reale. Non sappiamo ancora se sarà necessario ma è di grande conforto sapere che eventualmente questo sarà possibile in tempi brevi“. Chiusura dedicata alla vaccinazione dei bambini, che Richeldi definisce “un passaggio di completamento di protezione di un segmento della popolazione che è rimasto vulnerabile rispetto al virus. Non a caso l’ISS ci ricorda che adesso la circolazione maggiore è nella popolazione pediatrica perché non è difesa. Senza scordarci, il prof. Locatelli è un pediatra, i danni che questo virus può fare nei bambini. Non necessariamente farli morire, perché fortunatamente questo succede raramente, ma farli star male, farli andare in ospedale, far vivere un’esperienza drammatica ad una famiglia. Per fare questo c’è un vaccino che si è già dimostrato sicuro ed efficace nella popolazione adulta, è stato approvato dall’UE e dagli USA, è utilizzato in molti Paesi del mondo. Penso possa essere un regalo di importante per le famiglie coi bambini più piccoli“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA