Rissa a colpi di sedie in un bar di Verona/ Video 26enne ubriaco ferito e arrestato

- Alessandro Nidi

Verona, rissa all’esterno di un bar: il video della violenza. Ferito un 26enne, poi arrestato dalla polizia dopo il suo trasferimento in Questura

rissa a Verona 640x300
Rissa a Verona (foto: YouTube)

Paura a Verona per una rissa scoppiata nella serata di ieri, venerdì 30 aprile 2021, in un bar ubicato in piazza Erbe, nel cuore della città scaligera. La situazione è degenerata rapidamente per cause ancora da accertare e, sotto gli occhi di numerosi presenti, complice la zona gialla che ha consentito a molte attività di riprendere a lavorare e di registrare un maggior numero di uscite di casa da parte della popolazione locale, sono letteralmente volate sedie tra i partecipanti a quella che, da gazzarra di cortile, ha rischiato di diventare un qualcosa davvero di molto pericoloso, tanto che gli agenti della polizia e i vigili urbani hanno dovuto separare i litiganti per evitare che si facessero male.

Tuttavia, uno di essi, un ragazzo di 26 anni in evidente stato di ebbrezza, si è ferito seriamente, dovendo ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso della città veneta. Gli è stata data una prognosi di otto giorni, ma, successivamente, trasportato in Questura dalle forze dell’ordine, il giovane avrebbe continuato a tenere un comportamento aggressivo, con minacce nei confronti dei poliziotti: per lui, di conseguenza, sono scattate le manette con accusa di lesioni finalizzate alla resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio e minacce a pubblico ufficiale.

RISSA A VERONA: TRE PERSONE IN QUESTURA

La rissa scoppiata ieri a Verona, all’esterno di un bar situato in centro città, come dicevamo non ha ancora un vero e proprio motivo alla sua base (pare una lite tra due ragazzi, ma sono ignote le cause che l’hanno generata). Forse si è trattato di qualche bicchiere di troppo, che ha fatto perdere il lume della ragione a coloro che hanno dato vita a questo momento di violenza. Tra le tante sedie volate ci sono stati più contusi, non soltanto il 26enne arrestato dalla polizia: il bilancio conclusivo parla inoltre di tre persone condotte in Questura, una delle quali sarebbe però risultata del tutto estranea a quanto accaduto, trovandosi semplicemente nel posto sbagliato al momento sbagliato e senza alcuna conseguenza di natura penale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA