Roberta Fiorentini, morta ‘Itala’ di Boris/ L’addio di Francesco Pannofino e del cast

- Niccolò Magnani

È morta Roberta Fiorentini, la “Itala” della serie cult “Boris”: Francesco Pannofino, il suo addio e quello del cast intero

Roberta Fiorentini e Francesco Pannofino
Roberta Fiorentini e Francesco Pannofino in "Boris" (YouTube, 2019)
Pubblicità

La notizia della morte di Roberta Fiorentini ha spiazzato l’intero cast della serie Boris, che tanto la rese celebre nei panni di Itala. Inevitabile l’addio dell’attore Francesco Pannofino che nella serie ha indossato per tutte e cinque le stagioni e per lo spin-off destinato al grande schermo i panni di René Ferretti. Su Instagram ha voluto rendere il suo ultimo saluto con poche parole e una foto che immortala l’attrice scomparsa al suo fianco: “Ciao Roberta! Grande Itala!”. Karin Proia (Karin) ha invece scritto: “Addio cara Roberta”. Carolina Crescentini ha augurato all’attrice 71enne “Buon viaggio”. Alessio Piretti, che ebbe il ruolo di un operatore, ha infine scritto un dolcissimo ricordo dei tempi che furono ma rimasto vivido nella sua mente: “i voglio ricordare cosi, quante risate sul set , ti ricordi quando volevamo chiedere il riscatto per il pesce rosso? Quante marachelle sul set”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Pubblicità

COMMOZIONE SOCIAL “ORA DAJE COR VINO”

La notizia spiazzante della morte di Roberta Fiorentini, è stata accolta con grande rammarico sui social, dove in queste ore si rincorrono i messaggi di cordoglio ed il ricordo vivo del personaggio della serie cult, Boris, che la portò al successo. “Itala per sempre nei nostri cuori”, è il messaggio ricorrente che si legge su Twitter, dove sono in tanti a manifestare il proprio sconcerto per la dipartita della Fiorentini. Per alcuni la notizia ha riacceso la curiosità di recuperare la serie: “Leggo ora che è mancata Roberta Fiorentini di #Boris. Ho la colpevolezza di non aver mai visto fino in fondo questa serie. Ne hanno tutti sempre parlato benissimo. Devo rimediare assolutamente”. Chi invece conosceva perfettamente Boris e il personaggio interpretato dall’attrice, commenta: “Vorrei rendere omaggio a Roberta Fiorentini, attrice e figlia d’arte. Interprete, tra i molti ruoli, di Itala in Boris che le ha dato la fama. Almeno da morta, chiamiamola col suo nome. RIP”. Tra meno di un mese Roberta avrebbe compiuto 72 anni. Oggi, esattamente come accadde 10 anni fa, quando alla presentazione della terza e ultima stagione di Boris al Palladium della Garbatella fu accolta da un’ovazione al coro di “Bevi Itala!”, sono in tanti a ricordare proprio la caratteristica del suo personaggio al coro di “Daje sempre cor vino”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

Pubblicità

ROBERTA FIORENTINI MORTA A 71 ANNI

È morta la grande attrice Roberta Fiorentini, famosa soprattutto per il ruolo di “Itala” nella serie culto “Boris” dove con un perfetto romanesco coatto e sopra le righe rappresentava quell’Italia sciatta legata a favoritismi e “protezioni”, un perfetto spot di critica sociale ma con un ruffianissimo e spettacolare uso dell’ironia. Se ne è andata così all’età di 71 anni per una malattia ancora sconosciuta (la famiglia si è stretta nella comprensibile riservatezza e non ha ancora divulgato le cause della morte): «Con grande dispiacere vi annuncio che oggi è venuta a mancare Roberta Fiorentini. Le mie più sentite condoglianze alla famiglia», è stata proprio la pagina Facebook di “Boris” a dare la terribile notizia della scomparsa di Roberta, amata da tutti in scena ma soprattutto ammirata nel corso della seria legata alle “disperate” vicende del regista Renè Ferretti (Francesco Pannofino). Roberta Fiorentini è stata figlia d’arte dell’attore Fiorentino Fiorentini e fin da piccola si è appassionata alla recitazione arrivando a calcare palcoscenici sia teatrali che al cinema molto importanti: oltre a proseguire l’arte nel nome del padre (ha fondato la Scuola di Teatro Popolare di Fiorentino Fiorentini) è nel 2007 che compie il salto di qualità sul grande pubblico con la serie tv “Boris”, entrando poi anche nel film omonimo uscito nel 2011. Tra le altre pellicole in cui ha recitato citiamo senza dubbio ‘SMS – Sotto mentite spoglie’ di Vincenzo Salemme, ‘Due vite per caso’ di Alessandro Aronadio, ‘Un matrimonio da favola’ di Carlo Vanzina.

ADDIO A “ITALA” DI BORIS: LE SCENE CULT

Attrice eclettica, molto legata alla tradizione popolare romanesca che ha poi trasposto in tutti i principali ruoli tenuti dalla grande Roberta: la Fiorentini in “Boris” la si ricorda soprattutto per i fitti scambi di battute con René e con gli altri della “produzione”, essendo lei per ruolo l’assistente alla regia e alla produzione della serie tv rappresentata nella trama di “Boris”. Coatta appunto, protetta da alte sfere politiche, non particolarmente interessata e “adatta” al lavoro, sono di culto alcune scene in cui invita il regista Ferretti a votare il “tal politico” perché magari un favorino poteva scapparci, oppure quella volta che scambiò il regista Paolo Sorrentino con il cantante Alan Sorrentima sembri un ragazzino? Il segreto qual è? nun magni a carne…»). Spesso sbronza (sul set, ma per finta), il suo ruolo super coatto è rimasto nel cuore del pubblico che in queste ore si sta sperticando in lodi e condoglianze sul web ricordando le parti più divertenti della “assistente di produzione” più amata della tv.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità