Roberto Mancini/ “Credo nelle apparizioni della Madonna a Medjugorje, la veggente…”

- Mauro Mantegazza

Roberto Mancini racconta la sua fede: “Credo nelle apparizioni della Madonna a Medjugorje, ci vado spesso e la veggente Vicka mi è apparsa in sogno…”

Roberto Mancini Italia
Video Italia Irlanda del Nord - Roberto Mancini, CT Italia (Foto LaPresse)

Roberto Mancini, la sua fede cattolica e le apparizioni della Madonna a Medjugorje: un lato poco conosciuto del c.t. della Nazionale italiana di calcio, che si è raccontato dal punto di vista personale in occasione della prima puntata del nuovo programma condotto da Pierluigi Diaco in seconda serata su Rai Due, “Ti sento”. Diaco ha fatto sentire a Mancini la voce di una delle veggenti di Medjugorje, Vicka, alla quale il Mancio è particolarmente legato, poi ha chiesto al commissario tecnico dell’Italia “Tu credi nelle apparizioni della Madonna?”. Roberto Mancini risponde parlando in modo chiaro della sua fede, coltivata fin da ragazzo: “Io ci credo – è infatti la risposta dell’ex calciatore e c.t. –. Ho vissuto la mia vita per anni in un oratorio quindi ho sempre frequentato la Chiesa, è stata la mia vita e credo che questo mi abbia anche aiutato a crescere bene”. Mancini poi racconta in particolare della sua devozione per la Madonna di Medjugorje: “Ci sono andato diverse volte, ho parlato con Vicka, con gli altri veggenti…”.

ROBERTO MANCINI, LA FEDE E LA MADONNA DI MEDJUGORJE

Si diceva però del legame di Roberto Mancini con la veggente Vicka di Medjugorje, sul quale Pierluigi Diaco ha voluto approfondire: “È vero che lei ti è apparsa in sogno prima che tu la incontrassi?”. Anche in questo caso, la risposta di Mancini è chiara e sicura: “Sì. Mi è apparsa esattamente com’è”. Il legame tra Roberto Mancini e la Madonna di Medjugorje è davvero di lunga data, l’allenatore azzurro infatti racconta come è nata la sua devozione: “Mi aveva parlato di Medjugorje tanti anni fa il nostro parroco di Genova, della Sampdoria, che andava negli anni quando era impossibile quasi andare (erano i tempi della Jugoslavia unita, Stato socialista, ndR) quindi siamo parlando del 1982, 1983. Io non avevo mai visto Vicka ma prima di andare mi è apparsa in sogno, è stata una cosa veramente stranissima e quando sono andato gliel’ho anche detto. Ci siamo parlati diverse volte…” Roberto Mancini è apparso anche visibilmente emozionato e ha voluto concludere così: “Io capisco che ci possano essere persone che non credono in questo, io credo che il pensiero vada rispettato”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA