ASCENSORE PRECIPITATO/ Roma Palazzo delle Assicurazioni: la cabina si sgancia e cade nel vuoto, 3 feriti gravi

- La Redazione

Strage evitata oggi a Roma dove in un palazzo del centro la cabina dell’ascensore si è sganciata mentre all’interno c’erano cinque persone: tre di loro hanno fratture agli arti inferiori

ascensore_istock_R439
Immagine dal web

Pauroso incidente questa mattina poco dopo le 9 nel palazzo che ospita la sede di AdiR, Assicurazioni di Roma, zona di Porta Portese. La cabina dell’ascensore, che in quel momento trasportava cinque persone, si è improvvisamente sganciata precipitando in modo inquietante a folle velocità. Fortunatamente non ci sono state vittime: due donne e un uomo hanno riportato fratture agli arti inferiori mentre le altre due persone sono rimaste illese. Le due donne, 52 e 63 anni sono state trasportate all’ospedale San Giovanni, l’uomo, un 63enne, al San Camillo. Quattro di loro sono dipendenti delle Assicurazioni, il quinto un consulente esterno. Adesso si tratta di scoprire le cause dell’incidente, probabilmente scarsa manutenzione dell’ascensore in questione, nonostante l’intero edificio fosse stato ristrutturato da poco tempo e anche gli ascensori siano nuovi. Poteva essere una strage ma per fortuna l’ascensore era ancora al piano terra ed è precipitato nell’apposito vano vuoto che si trova al di sotto di ogni ascensore. Il peggior incubo, insieme a quello di rimanere bloccati, che si possa immaginare è proprio quello dello sganciamento di un ascensore: la cabina, se precipita da un piano alto, inevitabilmente si schianta a terra ed è impossibile uscirne vivi. E’ infatti strano che nessuno al mondo abbia mai provveduto con un sistema di sicurezza posto nel vano vuoto sotto terra in grado di rendere meno violento l’impatto. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori