“RUBY, 6 MILIONI DA BERLUSCONI PER TACERE”/ Polanco lo disse ad una giornalista…

- Dario D'Angelo

La testimonianza in tribunale della giornalista inglese Hanna Roberts sulle rivelazioni fattele da Marystell Polanco su Berlusconi, Ruby, la Minetti e…

ruby berlusconi 2018 twitter
Karima El Marhoug, Ruby (foto da Twitter)

Ruby? Prese da Berlusconi 6 milioni di euro e ottenne una casa in Messico per tacere sulle “cene eleganti” ad Arcore. Lo ha detto, testimoniando in tribunale Hannah Roberts, giornalista inglese del Mail Online, citando il contenuto di due incontri avvenuti nel 2013 con Marystell Polanco. La showgirl dominicana avrebbe inoltre dichiarato che Nicole Minetti avrebbe ricevuto da Berlusconi un milione di dollari. Nel rispondere alle domande dell’aggiunto Tiziana Siciliano e del pm Luca Gaglio, la Roberts ha parlato anche della “formazione”, ossia del “coaching”, delle “istruzioni” che Ruby e le altre “olgettine” avrebbero ricevuto dagli “avvocati” del leader di Forza Italia per “non dire la verità nei processi”. In particolare, racconta la Roberts, “Polanco disse che Ghedini era il ‘coach'”. La posizione dello storico legale del Cavaliere è stata però archiviata in fase d’indagine.

“RUBY, DA BERLUSCONI 6 MILIONI DI EURO PER TACERE SU CENE ELEGANTI”

Nella sua deposizione, la cronista d’Oltremanica ha citato le parole confidatele da Polanco rispetto alla posizione di Nicole Minetti, dichiarando che l’ex premier le diede “un milione di dollari, in particolare il padre di Minetti era andato a casa di Berlusconi e aveva chiesto quei soldi e li aveva ricevuti”. Secondo Polanco, infatti, “voleva continuare a fare politica, ma Berlusconi non voleva e dunque aveva chiesto quei soldi, anche perché lei sapeva la verità”. La Minetti, secondo la Polanco, “voleva continuare a fare politica, ma Berlusconi non voleva e dunque aveva chiesto quei soldi, anche perché lei sapeva la verità”. La giornalista ha poi ricordato che la Polanco le raccontò che “Berlusconi scherzando le diceva ‘io sono Satana’, perché non dormiva molto, penso fosse per quello”. La Roberts ha aggiunto altri dettagli sul racconto della Polanco: “Mi ha detto che il figlio di Berlusconi”, ossia Pier Silvio, “non voleva che lei e le altre ragazze”, coinvolte nello scandalo delle serate ad Arcore, “lavorassero a Mediaset”. La stessa Polanco, infatti, le avrebbe detto che “aveva un contratto con Mediaset, però non lavorava”. E ancora: “Mi ha detto che lei sapeva dei rapporti sessuali di Ruby minorenne con Berlusconi, ma non sapeva se lui fosse a conoscenza della sua minore età”. Sempre secondo la Polanco, “c’era anche un’altra minorenne, Iris Berardi”, che Berlusconi dopo scoppio dello scandalo, “aveva provveduto a far portare in un luogo segreto, perché non avesse contatti con altre persone”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA