Troppo sale nella dieta corrode le ossa/ Attenzione al sodio e non solo per pressione e cuore

Troppo sale nella dieta corrode le ossa, questo è quello che dice un recente studio che punta ancora una volta il dito contro l’alimentazione ad alto contenuto di sodio

19.12.2018 - Matteo Fantozzi
La dieta dei cereali
Cereali e fibre integrali (Pixabay, 2018)

Troppo sale nella dieta corrode le ossa, questo è quello che dice un recente studio che punta ancora una volta il dito contro l’alimentazione ad alto contenuto di sodio. Di solito si è parlato di problemi legati al sistema cardiovascolare e alla pressione, ma la recente ricerca ci fornisce ulteriori dettagli legati alle ossa. Gli studiosi del Baker Heart and Diabetes Institute di Sidney infatti hanno conferito come un’alimentazione ad alto contenuto di sodio causerebbe sì ipertensione e malattie cardiovascolari, ma sarebbe in grado anche di andare a corrodere le ossa dal suo interno andandole a riempire di fori. Lo studio si ès volto su un campione di topi con sistema immunitario estremamente attivo e con un numero di globuli bianchi eccessivi prodotti da cellule staminali presenti nella milza. Osservando le ossa i ricercatori hanno evidenziato dei veri e propri buchi. L’esposizione al sale aveva reso le cellule immunitarie iperattive e cresciute a dismisura in grado di corrodere dunque il tessuto osseo.

Troppo sale nella dieta corrode le ossa: spiegati gli attacchi di cuore

I ricercatori del Baker Heart and Diabetes Institute hanno specificato che proprio questa corrosione delle ossa a causa di un’alimentazione ricca di sodio porti ad attacchi di cuore. Questa ricerca fa parte di una ricerca più generale legata alla comunità scientifica globale per andare a riconsiderare diversi tipi di malattie cardiovascolare. Questo studio evidenzia come il sistema immunitario svolga un ruolo fondamentale per i disturbi cardiaci anche quelli causati da pressione o colesterolo alto. Proprio le cellule immunitarie, colpite dal sale, diventano iperattive e crescendo forano le ossa lasciando diffondere liberamente le staminali. A quel punto si iniziano a produrre molti globuli bianchi in più del dovuto che possono andare ad alzare la pressione o andare a intasare i vasi sanguigni creando dunque dei problemi al sistema cardiovascolare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA