Madre su Facebook “Vermi nel cibo della mensa”/ Allarme a Torino, preside ordina il controllo ispettivo

Arriva da Torino l’allarme di una mamma che su Facebook evidenzia: “Vermi nel cibo della mensa”. Ci troviamo nella scuola primaria Duca D’Aosta

20.12.2018 - Matteo Fantozzi
mensa a scuola
Madre su Facebook "Vermi nel cibo della mensa"

Arriva da Torino l’allarme di una mamma che su Facebook evidenzia: “Vermi nel cibo della mensa“. Ci troviamo nella scuola primaria Duca D’Aosta con la donna che ha voluto evidenziare alcuni particolari: “Sulla salute dei bambini non si scherza, non si tace e non si rinvia. Gravi problemi di igiene nella mensa scolastica”. La palla passa al Preside che ha chiesto un controllo ispettivo all’interno della scuola. La direzione scolastica è dunque a conoscenza dei fatti e ha deciso di chiamare in causa il Comune per effettuare quello che viene considerato un intervento urgente. Dal sopralluogo effettuato presso la ditta che produce i pasti però sono emersi solo dei gravi problemi organizzativi e non di tipo igienico sanitario. Dichiarazioni che non sono piaciute alla mamma della bimba che aveva lanciato l’allarme, che ha commentato: “I vermi nei piatti sono un problema organizzativo? Una cosa del genere non è accettabile. Ora si spiegano i problemi intestinali dei bambini”.

Madre su Facebook “Vermi nel cibo della mensa”: interviene la Preside

La Preside della scuola primaria Duca d’Aosta di Torino è intervenuta in prima persona dopo la segnalazione della mamma che ha parlato di vermi nel cibo della mensa. Serenalla Cuiuli ha chiesto un controllo ispettivo in seguito a quanto studiato dal Comune che ha effettuato un sopralluogo presso la ditta che prepara i pranzi, specificando problemi organizzativi e non di tipo igienico sanitario. Inoltre ha organizzato un incontro con i genitori per il ritorno dalle feste l’8 gennaio prossimo. A questa riunione saranno presenti anche Federica Patti, assessore comunale all’Istruzione, e Claudio Cerrato, Presidente della Circoscrizione 4. Ovviamente è volontà della scuola andare più a fondo possibile per cercare di evitare ulteriori problemi di salute nei suoi iscritti. La pausa per le vacanze arriva proprio nel momento giusto per cercare di porre un rimedio definitivo prima del ritorno in classe del prossimo anno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA