Pelle giovane: svelato il segreto/ Tutto merito dei fibroblasti, cellule speciali da nutrire correttamente

Pelle giovane: svelato il segreto. Tutto merito dei fibroblasti, cellule speciali da nutrire correttamente

29.12.2018 - Davide Giancristofaro Alberti
Pelle giovane: il segreto
Pelle giovane, immagine generica (web)

Avere una pelle giovane è senza dubbio uno dei più grandi desideri di milioni di persone, uomini compresi. Ecco perché il risultato ottenuto da uno studio della Scuola di medicina di San Diego, dell’Università della California, successivamente pubblicato sulla rivista scientifica Immunity, potrebbe far felice moltissime persone. Secondo quanto emerso, il segreto per avere una pelle sempre giovane anche negli anni, è racchiuso nelle cellule, e precisamente nei fibroblasti, specializzati nel generare il tessuto connettivo nel derma, e che servono a superare le ferite. Come riportato dai colleghi dell’agenzia Ansa, alcuni di questi fibroplasti hanno la straordinaria capacità di trasformarsi in cellule adipose, dando alla pelle un aspetto giovane, e producendo anche un peptide molto importante nel combattere le infezioni.

PELLE GIOVANE: SVELATO IL SEGRETO

Lo studio straordinario è stato realizzato da Richard Gallo, presidente del Dipartimento di Dermatologia dell’università della California, che ha specificato: «la perdita della capacità dei fibroblasti di trasformarsi in grasso influisce sul modo in cui la pelle combatte le infezioni e influenza il modo in cui la pelle appare durante l’invecchiamento». Leggendo tali dichiarazioni si potrebbe pensare che ingrassando si possa mantenere una pelle giovane nel tempo, ma in realtà non è affatto così, visto che aumentare il proprio peso corporeo non permette di convertire i fibroblasti dermici in cellule adipose, tutt’altro, tenendo conto del fatto che l’obesità è un duro nemico per combattere le infezioni. I ricercatori hanno scoperto che tale problema riscontrato negli obesi è strettamente collegato alla proteina Tgf-beta, che impedisce alle cellule di produrre un’altra proteina, la catelicidina peptidica, che subentra appunto al momento delle infezioni. Il consiglio classico per mantenere una pelle giovane, al di là delle importanti scoperte scientifiche, è quello di idratare il viso e le mani con una crema adatta al nostro tipo di pelle, e soprattutto, di non esporli in maniera eccessiva al caldo e al freddo. In particolare, come assolutamente sconsigliato dai medici, il sole è particolarmente dannoso, a cominciare dalle lampade abbronzanti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA