ASTEROIDE 2018 RC VICINO ALLA TERRA/ Ultime notizie: secondo evento e meno pericoloso di quello di inizio mese

- Matteo Fantozzi

Un asteroide il 9 settembre sfiorerà la Terra. Pare che questo sarà più vicino della Luna al nostro pianeta e dunque visibile anche a occhio nudo. Potremo osservarlo dall'Italia.

Asteroide 1998 HL1 Immagine di repertorio

L’evento legato all‘asteroide 2018 RC ha ovviamente creato un grande seguito sui social network con tante immagini pubblicate. A fine agosto era stato previsto il passaggio di un asteroide ben più pericoloso di quello visto nella notte che ha portato ad oggi. Si parlava infatti di asteroide potenzialmente impattante, anche se per fortuna non è accaduto niente. Questo fa riflettere in merito a diverse situazioni che si possono generare dal passaggio di asteroidi vicini al nostro pianeta. Ovviamente la caduta di anche una parte di un asteroide che può creare oltre a stragi anche ingenti danni. Per fortuna l’evento legato all’RC 2018 ci ha regalato solamente emozioni anche perché era già ampiamente preventivabile che l’asteroide si sarebbe mosso molto lontano dalla Terra. (agg. di Matteo Fantozzi)

SEGUITO DA UNA COMETA

L’evento legato all’asteroide visibile dalla terra non rimarrà un caso isolato. Già il 10 settembre sarà il momentodi un altro spettacolo anche se di minor impatto visivo. Si tratta della cometa 21/P Giacobini-Zinner che effettuera il passaggio più ravvicinato degli ultimi 70 anni tanto che si potrà vedere addirittura ad ogghio nudo. Era addirittura il 14 settembre del 1946 quando questa si avvicinava, per “salutarla”, alla Terra. La cometa va in visita delle regioni interne del Sistema Solare ogni sei anni e mezzo. Sarà il 10 settembre ad ”appena” 58 chilometri dal nostro pianeta e allo stesso tempo realizzerà la minor distanza dal Sole in questo caso 150 milioni di km. Sarà visibile nella costellazione dell’Auriga, andando a fare attenzione in una regione del cielo davvero piena di stelle. Si aspettano anche le foto e i video di alcuni curiosi sui social network. (agg. di Matteo Fantozzi)

ARRIVERÀ A MEZZANOTTE

Inizia il conto alla rovescia per l’arrivo dell’Asteroide Rc 2018, che “sfiorerà” la Terra. Il corpo celeste transiterà vicino al pianeta a circa 220 mila chilometri di distanza, che per lo spazio equivale ad una distanza ridottissima. Anche per questa ragione sarà visibile a tutti: basterà dotarsi di un piccolo telescopio e rivolgere il naso all’in su indicativamente attorno a mezzanotte. Tutti coloro che purtroppo non dispongono della giusta tecnologia, potranno affidarsi alla diretta streaming dell’evento. Il sito del Virtual Telescope proporrà infatti la visione in diretta dell’arrivo dell’asteroie, con un collegamento che inizierà esattamente alle ore 00:00 di questa sera. Per farlo vi basterà cliccare su questo indirizzo e godervi lo spettacolo comodamente dal vostro personal computer, o eventualmente da uno smartphone o un tablet. Sicuramente un modo alternativo per passare il sabato sera. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IL PARERE DELL’ESPERTO

Tutti col naso all’insù questa sera dopo la mezzanotte, dopo l’evento della Luna Rossa di fine luglio, questa volta toccherà ad un asteroide illuminare i cieli notturni. E’ infatti in arrivo quello che si chiama 2018 Rc, dal diametro di 50 metri, e che transiterà a circa 220 mila chilometri di distanza dal nostro pianeta, circa la metà rispetto a quanto dista la luna dalla Terra. Per osservarlo bisognerà guardare il cielo nella notte di oggi, indicativamente poco dopo la mezzanotte, e basterà un piccolo telescopio: «È un passaggio di tutta sicurezza, senza rischi di collisione con la Terra – le parole di Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope, nonché esperto astrofisico – ma è un’occasione preziosa per osservare questo corpo celeste. L’osservazione – aggiunge – è alla portata di un piccolo telescopio del diametro di 10-15 centimetri da puntare nella costellazione zodiacale dell’Acquario». L’asteroide passerà a sud, a 30 gradi di altezza, dopo la mezzanotte, e si «Muoverà dalle costellazioni della Balena e dell’Acquario – ha chiosato Masi – verso quella del Sagittario, passando da quelle del Pesce Australe e del Microscopio». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

IL PASSAGGIO VICINO ALLA TERRA

Un asteroide sembra pronto a sfiorare la Terra. Il 9 settembre questo sarà più vicino al nostro pianeta della Luna e quindi si potrà vedere tranquillamente ad occhio nudo. Non ci saranno rischi per la Terra che sarà sfiorata per usare un eufemismo, visto che la distanza ci fa rimanere decisamente tranquilli. Il corpo celeste si chiama 2018 RC e ha un diametro di 50 metri. Domenica alle ore 14.09 italiane passera a circa 220mila chilometri dalla Terra, per renderci conto della distanza basti pensare che è poco più della metà di quella che c’è con la Luna. L’Asteroide sarà osservabile anche dal nostro paese, anche se probabilmente, per motivi soprattutto di luce, sarà bene munirsi di un piccolo telescopio. Non sarà necessario per osservarlo una strumentazione professionale. Uno spettacolo dunque che sicuramente attirerà molti curiosi anche nel nostro paese.

LE PAROLE DI GIANLUCA MASI

In merito all’asteroide 2018 RC ha parlato il responsabile del Virtual Telescope Gianluca Masi. Possiamo leggere le parole del noto astrofisico sul portale di Ansa, questi spiega: “Il passaggio è da considerarsi in tutta sicurezza senza nessun rischio di collisione con la Terra. E’ per noi un’occasione davvero preziosa per osservare un corpo celeste avvicinarsi al nostro pianeta”. Il Progetto Atlas ha scoperto questo asteroide lo scorso 3 settembre. I ricercatori dell’Università delle Hawaii infatti si occupano da diverso tempo dei corpi celesti pronti a passare vicino al nostro pianeta. Un’occasione questa più unica che rara che porterà anche a poter osservare qualcosa durante la notte, precisamente a sud a circa 30 gradi di altezza poco dopo la mezzanotte tra l’8 e il 9 settembre.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie

Ultime notizie