Pillola riduce capacità di riconoscere le emozioni/ Scoperto singolare effetto collaterale del contraccettivo

- Emanuela Longo

Pillola, lo studio sulle emozioni: il contraccettivo orale femminile ridurrebbe la capacità di riconoscere le emozioni complesse altrui

Pillola, lo studio sulle emozioni
Pillola, lo studio sulle emozioni (Pixabay)

La pillola anticoncezionale, il contraccettivo orale usato da cento milioni di donne in tutto il mondo, racchiude anche degli effetti indesiderati del tutto sorprendenti e che possono essere legati alle emozioni e loro percezioni. È quanto emerso da una interessante ricerca intitolata “Oral Contraceptives Impair Complex Emotion Recognition in Healthy Women” e pubblicata su Frontiers in Neuroscience. Secondo gli studiosi, le donne che utilizzano la pillola potrebbero riscontrare una vistosa riduzione nella capacità di riconoscere le emozioni degli altri rispetto invece a chi non utilizza questo metodo contraccettivo. Il riferimento è essenzialmente alle emozioni complesse riconoscibili dalle espressioni facciali. Questo è solo uno degli effetti indesiderati della pillola emerso dai tanti studi finora compiuti. Ad oggi, gli studiosi sono arrivati ad esempio a comprendere che se da una parte la pillola rappresenta la soluzione per controllare le gravidanze ma anche per contrastare l’acne o l’endometriosi con un ridotto rischio di cancro a ovaie, utero e colon, gli effetti indesiderati sulla salute delle donne sono però altrettanto importanti. Si parla in tal senso di maggiore rischio di cancro al seno e alla cervice. Meno chiari, ad oggi, gli effetti sul comportamento e sulle emozioni di chi ne fa uso.

PILLOLA RIDUCE CAPACITÀ DI RICONOSCERE LE EMOZIONI: LO STUDIO

Per comprendere la risposta tra la pillola e il comportamento è stato realizzato uno studio durante il quale sono state sottoposte ad alcuni test 42 donne che ne fanno uso e 53 che non ne fanno, dimostrando le rispettive capacità delle emozioni altrui attraverso le espressioni facciali. Chi ne fa uso ha evidenziato una sottile ma evidente difficoltà nel riconoscere le emozioni complesse dallo sguardo delle persone. Ma da cosa dipende questa particolare difficoltà, nonché questo effetto indesiderato della pillola? Ciò è spiegato dalle variazioni cicliche dei livelli di estrogeni e progesterone e che hanno un effetto evidente sulla capacità di riconoscere le emozioni nelle donne influenzando l’attività e le connessioni relative a determinate aree del cervello. Partendo da tale presupposto, sappiamo che la pillola contraccettiva ha il ruolo di ridurre i livelli di estrogeni e progesterone che andrebbe a spiegare il motivo per il quale le donne che ne fanno uso abbiano manifestato maggiori difficoltà nel riconoscere le emozioni. Tuttavia, il reale meccanismo ancora non sarebbe stato chiarito e potrebbero quindi servire ulteriori studi prima di poter avere le risposte definitive a tale sorprendente effetto collaterale sulla salute e, in questo caso, sul comportamento e sulle emozioni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA