Serena Autieri/ “Un posto al sole? Il mio trampolino di lancio!”

- Valentina Gambino

Serena Autieri, gavetta e il grande salto con Un posto al sole, ecco le ultime news sull’attrice napoletana.

serena_auteri_facebook_2017
Serena Autieri, concorrente di Celebrity Masterchef Italia 2 (Facebook)

Serena Autieri vive un periodo particolarmente felice della sua vita. Lavorativamente dà la voce a Elsa, la principessa Disney di Frozen 2, è stata rapita dalla bravura dei talentuosi protagonisti di Prodigi su Rai Uno, il programma condotto con Flavio Insinna per Unicef, e presto sarà a teatro. Nel privato è mamma della piccola Giulia e moglie del manager Enrico Griselli, con la voglia di un secondo figlio… “Quanto conta la solidarietà per me? – svela intervistata da Diva e Donna – Sono sempre stata molto attenta al sociale, fin da giovane. E con l’Unicef è nata una bella sinergia. Stiamo organizzando una spedizione in uno dei luoghi dove c’è bisogno. Ci andrò con mio marito, che come me è molto sensibile al sociale: tra qualche anno ci piacerebbe portare anche nostra figlia Giulia, che ha 6 anni ed è ancora troppo piccola”. L’attrice poi, regala consigli a chi vuole intraprendere la sua carriera: “Studiate. Non è retorica, non si finisce mai, bisogna essere sempre in continua evoluzione con la voglia di mettersi in gioco continuamente”.

Serena Autieri, gavetta e il grande salto con Un posto al sole

Serena Autieri ha iniziato da giovanissima a cantare. “Sì, e non ho mai smesso di studiare, ancora oggi. Sono nata con la passione del canto. Cantavo a casa e chiedevo a mia madre di accompagnarmi a fare delle lezioni, ho iniziato presto a cantare nei locali a Napoli, ma facevo anche danza e amavo il teatro”. I suoi genitori l’hanno appoggiata nelle sue scelte artistiche per fortuna: “Sì, sempre. Mia madre e mio padre mi hanno avvicinato al teatro da piccola e quella è stata una grande scuola. È importante portare i bambini a teatro perché li abitui all’arte, alla cultura. Andavamo il sabato e vivevo il teatro come un sogno, e quando finiva lo spettacolo mi dispiaceva andare via. Ho capito che mi piaceva farlo per hobby e poi ho iniziato: spostavo la scenografia, portavo il caffè, aiutavo le sarte, facevo qualunque cosa. Ho fatto la gavetta a Napoli, piano piano, con piccoli ruoli, e a 19 anni sono entrata nel cast di Un posto al sole, il trampolino che mi ha dato la possibilità di farmi conoscere, non al pubblico ma agli addetti ai lavori, perché ho potuto fare provini e nuovi ruoli”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA