Serie A, date campionato 2020-2021/ Al via il 19 settembre, mercoledì i calendari

- Carmine Massimo Balsamo

Serie A, ecco le date ufficiali della stagione 2020-2021: il campionato terminerà a maggio. Novità per quanto riguarda gli arbitri.

serie a date
Sorteggio calendario Serie A (Foto LaPresse)

Serie A, ufficiali le date del campionato 2020-2021: si partirà regolarmente il prossimo 19 settembre 2020, mentre l’ultima giornata si terrà il 23 maggio 2021. La decisione è arrivata nel corso del Consiglio Federale tenutosi questa mattina, lunedì 31 agosto 2020: nessuna novità rispetto al Consiglio di Lega dello scorso 3 agosto, nonostante le resistenze di alcuni club che avevano espresso la preferenza per il via il 26 settembre. Il Consiglio Federale ha inoltre reso note le date dei campionati di Serie B e di Serie C: «Il 26 settembre riparte la Lega di Serie B, il 27 la Serie C e la Serie D», le parole di Gabriele Gravina riportate da Tuttomercatoweb. Resta da capire se almeno per Inter, Atalanta e Spezia ci sarà uno slittamento, considerando che hanno chiuso la stagione 2019/2020 dopo rispetto agli altri club.

SERIE A, UFFICIALI LE DATE DEL CAMPIONATO 2020/2021

Ufficiali le date del campionato di Serie A 2020-2021 – il calendario verrà stilato mercoledì 2 settembre 2020 – ma non solo. Il Consiglio Federale ha apportato importanti novità per quanto riguarda gli arbitri: sancita la riunificazione delle commissioni arbitrali di Serie A e Serie B. Come evidenziato da Sky Sport, a partire dalla stagione 2020-2021 Can A e Can B torneranno insieme ed i direttori di gara potranno essere designati indistintamente per la massima serie e per il campionato cadetto. Domani, martedì 1 settembre, verrà ufficializzato il nome del designatore unico. «S’è vista grande collaborazione nel Consiglio di oggi. s’è vista grande collaborazione, abbiamo approvato l’unificazione della CAN di A e di B, riforma alla quale Marcello Nicchi stava lavorando da molto tempo. E’ una idea importante per la crescita dei nostri arbitri», il commento di Gravina sul tema.



© RIPRODUZIONE RISERVATA