Sileri: “Green pass? Ultima cosa che toglieremo”/ “Variante Delta Plus non preoccupa”

- Davide Giancristofaro Alberti

Bella intervista rilasciata dal sottosegretario alla salute, Pierpaolo Sileri, intervistato dai microfoni di 24Mattino: ecco le sue dichiarazioni

Pierpaolo Sileri
Pierpaolo Sileri (LaPresse, 2021)

Il green pass sarà l’ultima cosa che verrà rimossa, e la Delta Plus, la nuova sottovariante del covid, non preoccupa per ora gli addetti ai lavori. Sono queste, in estreme sintesi, le parole rilasciate dal sottosegretario alla salute, Pierpaolo Sileri, intervistato dal programma 24Mattino, in onda su Radio 24. Le prime dichiarazioni sono per la situazione britannica e i contagi che nelle ultime settimane si sono rialzati superando quota 50mila ogni giorno: “Gli studi provenienti dal Regno Unito non ci fanno preoccupare molto sulla variante Delta plus”, ha sottolineato l’esponente del Movimento 5 Stelle, che ha poi aggiunto, in merito alla situazione epidemiologica attuale: “la transizione da pandemia a endemia accadrà anche in una parte del 2022. Mascherine prima o poi le toglieremo ma non è una cosa da fare oggi, lo vedete da quello che sta succedendo in Gran Bretagna”.

Come sempre il governo agirà con gradualità: “Si va per gradi, per adesso non abbiamo ancora la capienza piena in diverse attività, abbiamo ancora la distanza, la mascherina. Il virus circola in maniera aggressiva in molti paesi”. Si è parlato, come anticipato sopra, anche del green pass, del passaporto verde, ricordiamo, rilasciato solo a che ha ricevuto il vaccino, a chi ha fatto il covid non prima dei sei mesi precedenti, e a chi ha un tampone negativo.

SILERI: “GREEN PASS E’ UNO STRUMENTO UTILE, NO ALL’OBBLIGO VACCINALE”

Viene chiesto al sottosegretario Sileri quando questo verrà eliminato, e a riguardo ha replicato così il grillino: “Il Green pass sarà l’ultima cosa che sarà rimossa”, ribadendo come lo strumento sia un “incentivo alla vaccinazione” ma anche un modo per “evitare nuovi contagi”.

In ogni caso non si arriverà all’obbligo vaccinale, come ventilato da qualcuno nelle scorse settimane: “Con la campagna vaccinale siamo vicini al 90 per cento, anche con l’obbligo non si andrebbe oltre. Non credo che mettendo l’obbligo vaccinale si guadagnino punti percentuali della vaccinazione. Si ottengono parlando con le persone e cercando di convincerle”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA