Sondaggi elezioni Torino/ Damilano 44,2%, Lo Russo 41,4%, flop M5s. Al ballottaggio…

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi elezioni Torino, i dati di Youtrend: Partito Democratico primo partito con il 32,9 per cento, poi Lega e Fratelli d’Italia

sondaggi elezioni comunali torino
Matteo Salvini con Paolo Damilano, candidato a sindaco di Torino (LaPresse)

Manca sempre meno alle amministrative del 3-4 ottobre 2021, i sondaggi sulle elezioni di Torino targate Youtrend per Gedi offrono interessanti spunti. In vantaggio troviamo Paolo Damilano: il candidato del Centrodestra si attesta al 44,2%. Subito dopo troviamo Stefano Lo Russo del Centrosinistra al 41,4%. Clamoroso flop per il Movimento 5 Stelle: Valentina Sganga non va oltre l’8,3%. Gli altri candidati rappresentano il restante 6,1%.

Degna di nota la rilevazione sul possibile ballottaggio tra Lo Russo e Damilano: il dem è dato al 53,1%, l’imprenditore al 46,9%. I sondaggi sulle elezioni di Torino di Youtrend hanno analizzato anche i voti ai partiti. In cima alla classifica troviamo il Partito Democratico al 32,3%, subito dopo Lega al 19,4% e Fratelli d’Italia al 4,7%. L’8,2% s’è detto pronto a votare un’altra lista di Centrosinistra, mentre il Movimento 5 Stelle è dato al 7,4%. Segnaliamo tra le varie liste Forza Italia al 4,2% e Europa Verde all’1,4%.

SONDAGGI ELEZIONI TORINO: I DATI DI YOUTREND

I sondaggi sulle elezioni di Torino hanno poi analizzato l’operato dell’amministrazione guidata da Chiara Appendino e il giudizio è prevalentemente negativo. Il 60,6% non s’è detto soddisfatto della gestione Cinque Stelle: il 17,2% ha un giudizio molto negativo, il 43,4% abbastanza negativo. Il 39,4%, invece, ha un giudizio positivo: l’1,8% molto, il 37,6% abbastanza.

Chiudiamo questa analisi dei sondaggi sulle elezioni di Torino targate Youtrend con il giudizio dei torinesi sulle principali attività da gestire per la prossima amministrazione comunale: il 43,9% ha citato il lavoro, mentre il 33,4% scuola, sanità e politiche a sostegno delle famiglie. Citiamo anche sicurezza contro la criminalità (23,7%), viabilità e manutenzione delle strade (23,3%), trasporto pubblico (20,6%), tutela dell’ambiente (20,4%), rilancio delle imprese e del commercio (11,4%), rilancio del turismo (7,8%) e ricerca e innovazione (6,3%).



© RIPRODUZIONE RISERVATA