SONDAGGI POLITICI/ Lega al 27,6%, Pd al 20,4%. Il 65,9% ha paura del coronavirus

- Niccolò Magnani

Sondaggi politici, le intenzioni di voto del Termometro Politico premiano la Lega al 27,6%, Pd non oltre il 20,4%, scende M5s con Meloni che tallona. I dati sull’emergenza coronavirus.

Salvini e Conte
Matteo Salvini e Giuseppe Conte (LaPresse)

Continuiamo il nostro viaggio nel mondo dei sondaggi politici e concentriamo la nostra attenzione sulle rilevazioni di Euromedia Research sull’emergenza coronavirus. I dati forniti dall’istituto delineano uno scenario netto: più di 6 italiani su 10, precisamente il 65,9%, ha ancora paura del Covid-19. Un dato che fa riflettere, considerando le notizie positive giunte nel corso delle ultime settimane. Il 27,9% degli intervistati ha invece affermato di non temere il virus. Andando nel dettaglio, il 39,8% ha dichiarato di avere paura del coronavirus perché le persone non mettono in atto le giuste misure di protezione, mentre il 21,6% ritiene che con l’autunno aumentino i casi di contagio. Un altro 8,2% ha acceso i riflettori sulle diverse idee tra gli esperti, mentre il 6,9% è preoccupato dalla mutazione del Covid-19. Infine, il 6% non ha fiducia nel monitoraggio delle Regioni, il 3,9% non si fida dell’indifferenza di coloro che dovrebbero pensare alla “sua” sicurezza e, infine, il 2,8% ha paura del virus perché non crede nel reale calo degli ammalati e dei casi positivi. (Aggiornamento di MB)

SONDAGGI POLITICI: BOOM LEGA, FI DOPPIA RENZI

Il Governo esce dagli ultimi giorni di fuoco su Autostrade e Recovery Fund con le ossa un po’ ammaccate: i sondaggi politici di questi ultimi giorni confermano le difficoltà della maggioranza, con M5s ancora in calo, Pd stabile ma non oltre il 20,4% e un Centrodestra invece sempre più scalpitante per dare la spallata al Conte-2 non appena ci sarà l’occasione. I dati analizzati da Termometro Politico mostrano la Lega di Salvini tornata in auge dopo mesi di difficoltà: ora il Carroccio guida gli altri partiti nelle intenzioni di voto con il 27,6% dei consensi su base nazionale, seguito a debita distanza dai Dem di Zingaretti non oltre appunto il 20,4%. Giorgia Meloni con FdI si avvicina sempre di più al Movimento 5 Stelle di Crimi e Di Maio, con il 13,9% che insidia da molto vicino il 14,4% dei pentastellati: bene anche Forza Italia che con il 5,7% quasi doppia Matteo Renzi (3,2%) mentre a far meglio di Italia Viva ci pensa anche Azione di Calenda in risalita al 3,4% nei sondaggi politici del Termometro.

SONDAGGI TERMOMETRO (13 LUGLIO): NO FIDUCIA IN CONTE

A chiudere i sondaggi politici nazionali ci pensa il 2,9% di Sinistra-MdP-Articolo 1, l’1,7% di Più Europa, l’1,3% dei Verdi, il Partito Comunista di Rizzo all’1% e l’Italexit di Gianluigi Paragone (ex senatore M5s) stimato al 2% in attesa della fondazione ufficiale. A domanda specifica sull’uscita da Euro e Ue, gli italiani nei sondaggi del Termometro si dimostrano sostanzialmente divisi: il 31,9% sarebbe pronto ad uscire da ogni vincolo europeo, il 5,6% vorrebbe uscire solo dall’Ue mentre il 9,5% considera meglio uscire dalla moneta unica. Il 49,6% ad oggi resta ancora europeista e preferisce mantenere l’attuale ordinamento italiano ed europeo. Chiosa finale dei sondaggi sulla fiducia nel principale protagonista politico di questa lunga fase di emergenza, il Premier Giuseppe Conte: tra annunci e decreti ancora non conclusi del tutto, il 48,6% si dice “con nessuna fiducia” nel Presidente, con in più il 10,4% che concede ben poca convinzione nel suo operato. Pro-Conte invece il 22,3% degli italiani, con l’aggiunta del 18,2% di “abbastanza” convinti dall’azione di Giuseppe Conte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA