Sondaggi politici/ Lega al 23%, FdI stacca M5s. Crisi Governo: 65% stronca Renzi

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi politici e intenzioni di voto al 27 gennaio, crisi di Governo: il 40% chiede un nuovo Governo Conte con un rafforzamento della squadra di ministri

sondaggi politici
Matteo Renzi, leader di Italia viva (LaPresse)

Qualche novità degna di nota nei sondaggi politici di Demopolis per Rai Radio 1. L’istituto ha fatto il punto della situazione in caso di ritorno alle urne e primo partito d’Italia si conferma la Lega di Matteo Salvini: il Carroccio si attesta al 23%. Subito dietro troviamo il Partito Democratico, quotato al 23%. Terza forza del Paese è Fratelli d’Italia: il partito guidato da Giorgia Meloni è dato al 17,2%.

FdI ha staccato ormai nettamente il Movimento 5 Stelle: i grillini non vanno oltre il 15%. Buone notizie per Forza Italia: gli azzurri sono in crescita e si portano all’8,8%, avvicinandosi alla soglia della doppia cifra. Passando ai partiti minori di Centrosinistra, troviamo Sinistra Italia-Leu al 3,8%, mentre sia Carlo Calenda che Matteo Renzi restano sotto il 3%: Azione è al 2,9%, Italia Viva è al 2,8%.

SONDAGGI POLITICI: I DATI SULLA CRISI DI GOVERNO

Analizzate le intenzioni di voto in caso di elezioni anticipate, accendiamo i riflettori sui sondaggi politici sulla crisi di governo. Demopolis ha chiesto agli italiani quale soluzione sarebbe preferibile per superare la crisi: per il 40% un nuovo Governo Conte con un rafforzamento della squadra di ministri. Per il 33% nuove elezioni politiche subito, mentre per il 19% un nuovo Governo a maggioranza più larga guidato da un premier diverso da Conte. Il restante 8% ha preferito non rispondere.

Passiamo adesso ai sondaggi politici di Ipsos per Di Martedì, sempre sulla crisi di governo. Non arrivano delle buone notizie per Matteo Renzi: per il 65% degli intervistati il leader di Italia Viva non ha fatto bene a mettere in crisi l’esecutivo giallorosso, di parere diverso il 23%. Gli italiani sono con Conte: il 47% vorrebbe che il giurista rimanesse presidente del Consiglio. Il 40% è invece contrario.



© RIPRODUZIONE RISERVATA