Sondaggi politici/ Pd 19,4%, Lega -0,1%, poi FdI-M5s. Green pass: 76,4% per obbligo

- Carmine Massimo Balsamo

Sondaggi politici e intenzioni di voto, i dati di Ixè: Forza Italia in calo, in ribasso anche Azione di Calenda. Italia Viva fermo all’1,2%

sondaggi politici
Enrico Letta, segretario Pd (LaPresse, 2021)

Interessanti aggiornamenti quelli che arrivano dai sondaggi politici di Ixè. A differenza delle rilevazioni di altri istituti, in vetta alla classifica troviamo il Partito Democratico: i dem di Enrico Letta guadagnano lo 0,2% e si portano al 19,4%. Subito dietro troviamo la Lega: il Carroccio di Matteo Salvini passa dal 19,9% al 19,3%.

Al terzo posto dei sondaggi politici di Ixè troviamo Fratelli d’Italia, in calo rispetto all’ultima rilevazione: il partito di Giorgia Meloni perde lo 0,8% e si attesta al 18,2%. In pressing c’è il Movimento 5 Stelle, in crescita dello 0,7% e quotato al 18%. Forza Italia perde mezzo punto percentuale ed è dato al 7,9%. Azione di Carlo Calenda è al 3% (-0,1%), mentre tra i partiti minori di Centrosinistra troviamo Sinistra Italiana al 2,2% (+0,2%), Articolo 1 – MDP al 2,5% (-02%), Europa Verde all’1,7% (+0,6%). In fondo alla classifica troviamo +Europa all’1,5% (-0,1%) e Italia Viva all’1,2% (=).

SONDAGGI POLITICI: I DATI SUL GREEN PASS

I sondaggi politici di Ixè hanno poi fatto il punto della situazione sul sentiment degli italiani sul green pass, tema assai dibattuto nelle ultime settimane. Ebbene, più di un italiano su tre è a favore: il 76,4% è d’accordo con l’estensione dell’obbligo del certificato verde alle altre categorie come lavoratori pubblici e privati. Di parere contrario il 18,1%. Non ha risposto il restante 5,5%.

Torniamo adesso ai sondaggi politici di Termometro Politico, sempre legati alla pandemia. Il 28,8% sarebbe a favore di eliminare ogni restrizione come in Regno Unito e Danimarca, mentre il 23,1% è per il sì ma solo appena raggiungeremo il 90% di vaccinati. Il 20,5% sarebbe favorevole ma solo dopo l’inverno se non vi saranno altre ondate di contagi. Per il 26,2%, invece, è prematuro pensarci.



© RIPRODUZIONE RISERVATA