SPARATORIA A HOUSTON, MUORE BIMBO DI 5 ANNI/ Girava un video di TikTok col padre

- Fabio Belli

Sparatoria a Houston, muore bimbo di 5 anni. Girava un video di TikTok col padre sul balcone di casa, per distrarsi durante la quarantena per il coronavirus.

Sparatoria a Melbourne
Sparatoria a Melbourne (9News Twitter)
Pubblicità

Un bambino di 5 anni è morto negli Stati Uniti, a Houston, dopo essere stato sorpreso in una sparatoria in macchina mentre girava un video di TikTok con suo padre. Quando i proiettili sono stati esplosi, Jordan Allen Jr., 5 anni, era sul balcone del suo appartamento di Houston, nel Texas: in tempi di quarantena, costretti al distanziamento sociale per l’emergenza coronavirus che sta dilagando negli Usa, lui e suo padre stavano girando un video TikTok, la popolare applicazione di video blogging. Il piccolo Jordan è morto lunedì scorso, quasi una settimana dopo essere stato colpito da un proiettile vagante nella sparatoria, ha riferito la KTRK, televisione affiliata della CNN. Secondo il dipartimento di polizia di Houston, Jordan è stato colpito in modo del tutto casuale né ci sono elementi per pensare che il proiettile potesse essere diretto al padre, Jordan Allen Sr., che stava giocando con suo figlio quando si è allontanato per prendergli un succo di frutta. Qualche momento dopo, la famiglia ha sentito degli spari e Jordan ha implorato aiuto.

Pubblicità

I MOMENTI DRAMMATICI DELLA SPARATORIA

Tutti stavano scappando in casa, così sono corso verso il portico, e poi ho visto mio figlio steso a terra che si reggeva la testa, gridando e implorando il mio aiuto“, ha detto Allen a KTRK. Il papà di Jordan è riuscito a chiamare un’ambulanza che ha trasportato il bambino all’ospedale pediatrico del Texas, dove è rimasto in coma fino a lunedì quando è stato staccato dal supporto vitale, una volta compreso come non ci fosse più nulla da fare per salvargli la vita. E’ stata l’ultima volta che Allen ha visto Jordan, da lui definito il “bambino più felice del mondo” e fonte di gioia per chiunque lo conoscesse, un ragazzino dal carattere spensierato e docile. La polizia di Houston sta indagando sulla sparatoria ma non ha ancora una descrizione dell’auto dei sospettati, dalla quale sarebbero stati sparati i colpi di pistola, incluso quello che ha ucciso Jordan. “Nel parcheggio sono stati trovati diversi bossoli e diverse auto nei paraggi hanno subito danni a causa degli spari“, ha dichiarato alla CNN il portavoce della polizia locale, Jodi Silva, invitando chi fosse a conoscenza di dettagli di contattare le forze dell’ordine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità