Stefano Mancuso, “Che ci faccio qui”/ La nazione delle piante e la carta dei diritti

- Valentina Gambino

Stefano Mancuso protagonista della nuova puntata di “Che ci faccio qui”.

che ci faccio qui.png
Che ci faccio qui

La nuova puntata di “Che ci faccio qui”, in onda oggi, lunedì 17 giugno 2019 alle 20.25 sulla terza rete di Casa Rai, offrirà ai telespettatori un ampio focus su Stefano Mancuso e la nazione delle piante. Qual è la comunità vivente più sviluppata? Secondo Stefano Mancuso è proprio la Nazione delle piante. Neurobiologo vegetale, inserito nel 2013 dal New Yorker nella classifica dei “world changers”, le persone che cambieranno il mondo, ha scritto la Costituzione del mondo vegetale. “La Nazione delle piante si autogoverna da milioni di anni ed è molto più raffinata della nostra, così recente e rozza”. Ma le piante possiedono dei sensi sviluppati? Proveranno mai qualche tipo di emozione particolare? Domenico Iannacone incontra Mancuso e porrà queste domande direttamente a lui. La puntata di stasera quindi, si prospetta già più interessante e curiosa del previsto. “Le piante,” spiega Mancuso nel saggio Plant Revolution – consumano pochissima energia, hanno un’architettura modulare, un’intelligenza distribuita e nessun centro di comando: non c’è nulla di meglio sulla Terra a cui ispirarsi”.

Stefano Mancuso protagonista di “Che ci faccio qui”

Le piante secondo Stefano Mancuso, non avendo un cervello o organi vitali sono in grado di durare: possono essere private di quasi tutto il loro “corpo” senza vederne intaccate le loro principali funzionalità. “Possiamo rimuovere il 90% di internet e la rete continua a funzionare, così come possiamo rimuovere il 90% dell’apparato radicale e le piante continuano a funzionare,” sottolinea Mancuso. Nel suo ultimo libro (“La nazione delle piante), salta all’occhio immediatamente La Carta dei diritti delle piante, specie per quanto riguarda due punti. L’articolo 1 dice: “La Terra è la casa comune della vita. La sovranità appartiene ad ogni essere vivente”. Mentre l’articolo 4 ci fa sapere che: “La Nazione delle Piante rispetta universalmente i diritti dei viventi attuali e di quelli delle prossime generazioni”. Se amate la natura e siate degli appassionati di piante, dovreste seguire l’appuntamento di stasera.



© RIPRODUZIONE RISERVATA