Strage Ustica, generale Tricarico: “Fu un attentato”/ “La sinistra ostacola indagini”

- Valentina Simonetti

Strage di Ustica, il generale Tricaricoconferma la tesi dell'attentato a bordo, ma l'inchiesta non si è mai concentrata sull'accertare responsabilità perchè ostacolata dalla sinistra

La strage di Ustica del 1980 Il relitto di Ustica (web)

La strage di Ustica resta uno tra i più grandi misteri della storia di Italia, per anni le indagini hanno seguito piste diverse fino ad arrivare a possibili conclusioni che ancora però non spiegherebbero con certezza quali siano state le cause vere dell’incidente e soprattutto chi siano i colpevoli della morte di 81 persone che viaggiavano sull’aereo Dc-9 Itavia. Il generale Leonardo Tricarico, ex capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, spiega in un’intervista al quotidiano La verità, quali potrebbero essere le ipotesi più accreditate, e soprattutto perchè l’inchiesta è stata più volte ostacolata a causa di una parte politica che sembra non voler arrivare a far luce sulla tragedia.

Tricarico è convinto che si sia trattato di un attentato, e dice “quel velivolo precipitò in mare a causa di una bomba collocata nella toilette posteriore. Una verità emersa come unica tecnicamente possibile”. Il problema però è che su questa teoria sono state fatte solo supposizioni, ma mai nessuna indagine ha davvero cercato di trovare gli attentatori, questo sarebbe dovuto anche ad anni di menzogne della sinistra, resposabile di “aver addormentato la giustizia“.

Generale Tricarico, “Sulla strage di Ustica troppe fake news, la sinistra non vuole la verità”

Per il generale Leonardo Tricarico, la strage di Ustica può essere spiegata solo con la tesi dell’attentato, le responsabilità di non aver ancora avviato inchieste serie per accertare l’identità degli attentatori sono da attribuire sicuramente ai partiti di sinistra, colpevoli di aver fatto “da cassa di risonanza al copione della mistificazione“, secondo l’ex capo di Stato Maggiore però “un giorno dovranno rendere conto agli italiani“. Il generale afferma che le due piste principali sull’attentato porterebbero chiaramente a due ipotesi, “quella del terrorismo di stato libico e quello palestinese“, che poi come evidenzia Tricarico, “potrebbero anche coincidere in un unico braccio armato“.

Infine il generale smonta alcune fake news su Ustica ad esempio quella sul missile che confermerebbe il conflitto aereo “Il Mig libico è una delle tante fake messe in giro per dare sostanza alla tesi del missile“. E aggiunge “l’invenzione vera e propria che il Mig avesse avuto un ruolo nella tragedia del Dc-9 è ancora oggi dura a morire“. Mentre su Cossiga che inizialmente incolpò i francesi, poi ritrattando dice “conosco Francesco Cossiga meglio di molti altri, non fosse altro per aver dato lui avvio alla Fondazione che oggi presiedo. Di fatto di fronte ai giudici non menzionò mai i francesi, sono le dichiarazioni che contano e non i vaneggiamenti“.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca Nera

Ultime notizie