MONDIALI 2010/ Torino e Cuneo: “salta” la partita dell’Italia. black out del digitale terrestre durante il secondo tempo di Italia Nuova Zelanda

- La Redazione

L’incredibile “defaiance” del digitale terrestre. I telespettatori del Piemonte non hanno potuto guardare il secondo tempo della partita degli azzurri

Lippi_R375_31mar09
Marcello Lippi, ct dell'Italia

Incredibile blackout del digitale terrestre in Piemonte: non hanno visto il secondo tempo della partita in tvg tra Italia e Nuova Zelanda nel torinese e nel cuneese, a causa di un blackout del digitale terrestre. I Piemontesi sono rimasti senza potyer vedere il secondo tempo della partita dell’Italia, anche se, a onor del vero, tutto ciò che c’era da vedere è stato nel primo tempo e nono si sono quindi persi un grande spettacoo di calcio, ma è stato comunque fastidioso per i piemontesi non poter guardare la partita della squadra di Lippi e hanno preso d’assalto tanti siti internet per avere aggiornamenti.

A scusarsi a nome dell’azienda Rai, riporta l’autorevole Digital sat, ha pensato anche durante il post partita il conduttore Marco Mazzocchi che sfruttando anche la prestazione scadente da parte degli azzurri si è rivolto ai torinesi dicendo “che non si erano persi nulla” e annunciando la trasmissione di una sintesi del secondo tempo a partire dalle 19.30.

Secondo quanto comunicato da RaiWay, riporta Digital sat "Alle ore 17.20 un violento sbalzo di tensione elettrica sulla rete del gestore nazionale che alimenta l’ impianto principale Rai del Piemonte occidentale (Torino – Eremo) ha provocato lo spegnimento completo di tutti gli apparati trasmittenti Rai con la conseguente impossibilità a trasmettere alcun segnale radiotelevisivo. Le squadre di emergenza di Rai Way sono intervenute immediatamente sul posto e stanno tentando di ripristinare i servizi. La situazione è tornata alla normalità intorno alle 18.15"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori