Super Green Pass-Green Pass: Faq regole 6 dicembre/ Cosa si può fare oggi: mezzi e…

- Niccolò Magnani

Super Green pass e Green pass “base”: regole da oggi 6 dicembre. Cosa si può fare e cosa è vietato: trasporti, alberghi, ristoranti, cinema, lavoro

Super Green pass, Governo
Faq Governo sul Super Green Pass

GREEN PASS BASE E RAFFORZATO: COSA CAMBIA DA OGGI

Da oggi lunedì 6 dicembre in tutta Italia entrano in vigore le nuove regole anti-Covid del Decreto Covid approvato lo scorso 24 novembre: nello specifico, l’introduzione del Super Green Pass (“Green Pass rafforzato”) per tutti i luoghi al chiuso considerati non attività essenziali, la conferma delle suddivisioni in “colori” delle Regioni, l’ulteriore stretta per il popolo dei “no vax” e un regolamento stringente nel periodo specifico delle vacanze di Natale.

Dal 6 dicembre fino al 15 gennaio 2022 varranno infatti le nuove regole approntate dal Decreto protocollato anche da Cts e Regioni: sempre da questo lunedì la durata di validità del Green Pass passa da 12 a 9 mesi, con la possibilità di ricevere la terza dose del vaccino anti-Covid che viene anticipata da almeno 6 a 5 mesi dopo la seconda dose. Il Viminale ha posto poi una stretta importante sul fronte sanzioni: i trasgressori che accedono ai luoghi senza Green Pass “rafforzato” rischiano multe dai 400 ai 1000 euro, medesime sanzioni per i gestori dei locali. Una circolare del Ministero degli Interni a prefetti e autorità locali ha tracciato la cornice sui controlli da effettuare nelle prossime settimane: «la polizia municipale e la Guardia di Finanza svolgeranno le verifiche nei ristoranti e negli esercizi pubblici», mentre quelle su autobus e metropolitane saranno affidate a polizia e carabinieri, supportati dai vigili urbani e dal personale delle aziende di trasporto. «Saranno a campione e nelle maggior parte dei casi verranno effettuate alle stazioni e alle fermate», conferma il Viminale. La mascherina resta obbligatoria all’aperto solo in zona gialla, arancione e rossa a prescindere dal Green Pass in possesso: resta invece non obbligatoria in zona bianca, salvo nei Comuni dove sono in vigore ordinanze più restrittive.

SUPER GREEN PASS: LE FAQ DEL GOVERNO

Entriamo ora nel dettaglio del pacchetto di regole in vigore da oggi sul fronte “Super Green Pass”: innanzitutto, per certificato verde anti-Covid “rafforzato” si intende il pass valido a tutti coloro che si sono vaccinati o guariti (al massimo da 6 mesi) e serve per accedere ad attività che altrimenti sarebbero oggetto di restrizioni in zona gialla/arancione. Viene utilizzato a partire dalla zona bianca per: spettacoli, eventi sportivi, ristorazione al chiuso, feste e discoteche, eventi pubblici. In caso di passaggio in zona arancione, le limitazioni previste sulle attività varranno solo per chi non possiede il “Super Green Pass”. Non sarà necessario scaricare il nuovo “Green pass rafforzato”: per vaccinati e guariti vale infatti il Qr code già in possesso. Il codice resterà infatti lo stesso, anche se durerà solo 9 mesi; ad essere aggiornata sarà solo la App “Verifica C19” per i controlli effettuati dai gestori dei locali. Il vista dell’entrata in vigore del decreto, il governo ha pubblicato le Faq per chiarire i punti ancora in sospeso: sono 13 gli ambiti principali dove vengono chiariti regole, accessi e divieti per le attività senza Green Pass, con pass “rafforzato” o “base”. Gli ambiti sono: spostamenti, impianti di sci, lavoro, accesso a esercizi e uffici, scuola e università, strutture socio-sanitarie, bar e ristoranti (esclusi quelli nelle strutture ricettive), strutture ricettive, attività sportive in strutture pubbliche e private, attività ed eventi culturali, eventi sportivi, attività ricreative, concorsi pubblici. Ecco qui la tabella ufficiale fornita dal Governo.

GREEN PASS “BASE”: COSA SI PUÒ ANCORA FARE

Restano in vigore le regole che consentono l’utilizzo del Green Pass “base” – ovvero per vaccinati, guariti e tamponi negativi entro le 72 ore precedenti – in alcune attività specificate dal Governo nell’ultimo decreto Covid: obbligo di possesso del Green Pass viene introdotto per trasporto ferroviario regionale e interregionale oltre al trasporto pubblico locale, alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva (fino alla zona gialla), matrimoni, battesimi, comunioni. Resta consentito recarsi nei propri luoghi di lavoro con semplice Green Pass “base”, salvo per le categorie dove è in vigore l’obbligo vaccinale: medici, sanitari, personale ospedali, forze dell’ordine, docenti e personale scuola. In tutte le attività essenziali (supermercati, farmacie, ospedali, tabaccai) resta l’accesso libero senza alcun certificato anti-Covid. Particolare regolamento per bar/ristoranti: obbligatorio ingresso per posti a sedere al chiuso con Super Green Pass; per sedute all’aperto o servizi al bancone in zona bianca e gialla è possibile anche senza Green Pass, vietato in zona arancione-rossa. Per i ristoranti negli alberghi invece, anche se al chiuso, basta il Green Pass “base” per l’accesso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA