Talebani, festa con fuochi per ritiro USA da Kabul/ “Vittoria! Lezione agli invasori”

- Alessandro Nidi

I talebani in Afghanistan festeggiano l’addio USA: “L’Emirato islamico è una nazione libera e sovrana. Favoriremo relazioni diplomatiche con tutti”

conferenza stampa talebani
Afghanistan, conferenza stampa talebani: al centro il portavoce Zabihullah Mujahid (LaPresse, 2021)

I talebani hanno festeggiato il ritiro degli Usa da Kabul e dall’Afghanistan sparando fuochi d’artificio in aria ed entrando simbolicamente all’aeroporto internazionale Hamid Karzai. Il portavoce Zabihullah Mujahid ha dichiarato quanto segue: “Questa vittoria appartiene a tutti noi. L’Emirato islamico è una nazione libera e sovrana. La sconfitta degli Usa è una grande lezione per tutti gli altri invasori e per le nostre generazioni future, oltre che per il mondo intero”. Tuttavia, ha poi aperto agli Stati stranieri: “Vogliamo avere buoni rapporti con gli Stati Uniti e con il mondo intero. Favoriremo relazioni diplomatiche con tutti”.

L’uomo ha poi sottolineato che nessuno potrà utilizzare l’Afghanistan per lanciare attacchi contro altri Paesi e distruggere la pace, in quanto “ora l’autorità è in mano agli afghani. Formeremo un governo islamico e garantiremo la sicurezza. Il nostro desiderio è che il nostro Paese non venga mai più invaso. Vogliamo pace, prosperità e un vero sistema islamico”. Mujahid, ha quindi rivolto il proprio ringraziamento a un gruppo di uomini in tenuta da combattimento per i loro sforzi, finalizzati a ottenere l’indipendenza: “Siamo orgogliosi dei vostri sacrifici. E’ grazie all’onestà e alla pazienza che oggi siamo indipendenti”.

TALEBANI ESULTANO PER IL RITIRO DEGLI USA DA KABUL: NEL POMERIGGIO PARLA BIDEN

Il portavoce ha chiesto quindi ai combattenti talebani di essere gentili con il popolo afghano: “Vorrei anche chiedervi di stare attenti a come trattate il vostro popolo. Questa nazione ha sofferto molto. Il popolo afghano merita di essere trattato con amore. Quindi, siate gentili con loro. Noi siamo i loro servitori. Non ci siamo imposti loro”.

Mujahid ha asserito che ora ci sono le condizioni per garantire la sicurezza dell’aeroporto e che presto tornerà a regnare la normalità: “Le forze americane hanno lasciato un gran caos all’aeroporto. Si tratta di una questione tecnica e ci vuole del tempo per risolverla. Sono in atto sforzi per riprendere i voli commerciali”. Nel frattempo, il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha reso noto che parlerà questo pomeriggio alla nazione, con particolare riferimento ultimi sviluppi in terra afghana e ai piani degli Usa per il futuro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA