Tari 2021, pagamenti e scadenze/ Cosa rischia chi non paga: le sanzioni previste

- Silvana Palazzo

Tari 2021, pagamenti e scadenze Tassa sui rifiuti: cosa rischia chi non paga in tempo? Le sanzioni previste e la via d’uscita con il ravvedimento operoso

rifiuti_raccolta_differenziata_pixabay
Pixabay

Attenzione alle scadenze per la Tari 2021, perché variano da un Comune all’altro, così come le tariffe. Chi non paga entro il termine stabilito rischia, dunque, di incappare in sanzioni che possono diventare anche importanti. In caso di ritardo, si hanno una possibilità: optare per il ravvedimento operoso, quindi pagare quanto dovuto con una maggiorazione a causa dell’applicazione di interessi e sanzioni. L’importo differisce a seconda del giorno in cui si procede col pagamento della tassa. Generalmente la sanzione corrisponde al 30% dell’imposta, ma in caso di ravvedimento operoso se si paga entro 14 giorni dalla scadenza originale, si applica una sanzione dello 0,1% per ogni giorno di ritardo. È dell’1,5% dal 15esimo al 30esimo giorno, invece è pari all’1,67% se si paga entro 90 giorni.

Successivamente, ma restando entro il termine di un anno, si applica una maggiorazione del 3,75%. Dopo un anno dalla scadenza originale, ma entro i due anni, la sanzione è del 4,29%. Una volta superati i due anni, si arriva a quota 5%, che sul salire al 6% in caso di notifica con verbale di contestazione.

TARI E RAVVEDIMENTO OPEROSO, ALTRIMENTI…

Se la Tassa sui rifiuti non viene proprio pagata, le conseguenze possono farsi particolarmente serie. Ad esempio, se l’ammontare della Tari 2021 supera i 30mila euro, viene considerata a tutti gli effetti evasione fiscale, pertanto si rischia la detenzione. Se invece l’importo da pagare è inferiore ai 30mila euro, si configura un illecito tributario. Ciò comporta sanzioni comunque molto gravose, perché si rischia di dover subire anche il pignoramento dei beni. La Tassa sui rifiuti (Tari) è un’imposta infatti vola a finanziare i costi che riguardano il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Se le tariffe possono differire in base al Comune di residenza, e lo stesso si può dire per esenzioni, riduzioni e scadenze, il discorso cambia invece per le sanzioni. Le conseguenze, infatti, sono uguali per tutti, per cui è importante conoscere le scadenze della Tari 2021, che le amministrazioni locali hanno il compito di comunicare in maniera precisa ai loro cittadini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA