TENERIFE, ALTRI DUE ITALIANI POSITIVI A CORONAVIRUS/ 8 casi in totale in Spagna

- Davide Giancristofaro Alberti

Tenerife, altri due italiani sono risultati essere positivi al coronavirus nell’hotel di Adeje: “Ci stanno curendo bene”

sintomi coronavirus
Il Coronavirus SARS-CoV-2, in giallo, sulle pareti di una cellula (LaPresse)

Nuovi aggiornamenti sul fronte Tenerife, dove sono stati registrati altri due turisti italiani positivi al coronavirus, persone che fanno parte del gruppo in viaggio con i due piacentini positivi ieri al Covid-2019. Una volta giunta conferma dalle analisi, i due turisti sono stati trasferiti all’ospedale di Nostra Signora di La Candelaria, dove saranno curati in isolamento seguendo i protocolli. Come spiega Il Messaggero, sono otto i casi di contagio registrati in Spagna nelle ultime 36 ore. Altri due positivi a coronavirus si trovano a Madrid, entrambi erano stati in Italia secondo quanto riporta El Mundo. Reyes Maroto, ministro dell’Industria, Commercio e Turismo spagnola, ha commentato su Twitter: «Siamo un Paese sicuro che conta su un eccellente sistema sanitario ed i protocolli stanno funzionando molto bene», invitando i turisti a restare tranquilli. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

TENERIFE, ALTRI DUE TURISTI ITALIANI POSITIVI AL CORONAVIRUS

Altri due turisti italiani sono risultati essere positivi a Tenerife, presso l’hotel di Adeje. Si tratta di due nostri connazionali che fanno parte del gruppo di viaggio in cui rientrano anche il medico piacentino e la moglie, già diagnosticati nella giornata di ieri. «Stiamo bene, siamo stati accuditi e curati al meglio sin dal primo momento. Ringraziamo le autorità locali, il Consolato e il governo italiano, che ci ha supportati sin da subito. Non sappiamo per quanto tempo resteremo bloccati qui, l’importante adesso è guarire completamente», le parole della moglie del medico, rilasciate al quotidiano La Libertà «Non sappiamo per quanto tempo resteremo bloccati qui – ha aggiunto – l’importante adesso è guarire completamente». Al momento si parla di ben mille persone messe in quarantena, mentre non è ben chiaro quanti siano gli italiani infetti. Alcune fonti parlano infatti di quattro persone positive al coronavirus, mentre per altre i malati potrebbero essere tre o cinque. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

TENERIFE, 4 ITALIANI POSITIVI AL CORONAVIRUS

Sale a quattro il numero di contagiati italiani da coronavirus in quel di Tenerife. Dopo il medico in vacanza, e la moglie (inizialmente data come non infetta), anche due amici della coppia sono risultati essere positivi. La scoperta è avvenuta dopo che ai due nostri connazionali è stato effettuato il tampone, esame avvenuto nelle scorse ore. I primi due pazienti non sono in gravi condizioni, mentre per i due nuovi casi non si hanno per ora notizie. Dopo la scoperta dell’infezione, circa un migliaio di persone sono state messe in quarantena, la maggior parte turisti inglesi, tedeschi, francesi, spagnoli e ovviamente anche italiani. Visto che la prima coppia contagiata si trovava alle Canarie da una settimana, le autorità temono che vi possono essere altri infetti, di conseguenza stanno attuando tutte le misure necessarie per contenere l’epidemia. «Il nostro sistema sanitario è pronto per affrontare questa emergenza» ha spiegato nelle scorse ore il ministero della Salute spagnolo. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

TENERIFE, ITALIANI POSITIVI, UN CASO ANCHE A BARCELLONA

Arrivano nuovi aggiornamenti da Tenerife: sono due gli italiani risultati positivi al coronavirus, oltre al medico piacentino è risultata infetta anche la moglie. Il fratello e la cognata, entrambi sottoposti al test, sono risultati negativi. L’H10 Costa Adeje Palace è stato messo in quarantena, evidenzia Il Messaggero, con quasi 1000 ospiti in isolamento in attesa dei tamponi. I turisti sono monitorati «per motivi di salute e il grado di supervisione verrà valutato nel corso delle prossime ore, ma per il momento non possiamo parlare di quarantena», il commento della portavoce dell’autorità sanitaria Veronica Martin. Nel frattempo è stato registrato il primo caso a Barcellona: secondo quanto riferisce La Vanguardia, si tratta di un’italiana di 36enne residente a Barcellona. Secondo una primissima ricostruzione, la donna avrebbe viaggiato nell’area di Milano-Bergamo dal 12 al 22 febbraio ed è stata sottoposta al test dopo aver avvertito lievi sintomi di malattia. Attese novità a stretto giro di posta. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

TENERIFE, ITALIANI INFETTO STA BENE: NEGATIVI FAMILIARI

E’ in buone condizioni fisiche il medico italiano risultato positivo al test sul coronavirus attualmente alle Canarie, e Tenerife. Controllati anche i familiari che erano con lui, risultati comunque negativi. Come vi abbiamo spiegato prima, sono in quarantena circa un migliaio di persone che si trovavano nello stesso hotel dove soggiornava il medico, e a cui stanno effettuando tutti i vari tamponi per escludere ulteriori nuovi casi di virus. Sky News, edizione britannica di Sky, ha intervistato un ospite inglese della struttura alberghiera, che ha spiegato: “Tutto ciò che ci è stato detto è di rimanere nelle nostre stanze. Non ci sono state fornite informazioni diverse da un pezzo di carta sotto la porta. Non possiamo arrivare alla reception. Senza Internet non abbiamo idea di cosa stesse succedendo”. Un altro turista, all’esterno della struttura, ha invece aggiunto: “Credo che a tutti quelli bloccati all’interno non sia permesso uscire”. Così infine si legge sulla nota distribuita dalla direzione dell’albergo ai vari clienti: “Siamo spiacenti di informarvi che per motivi salutari, l’hotel è stato chiuso. Fino a quando le autorità sanitarie non lo diranno, dovrete rimanere nelle vostre camere”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

TENERIFE, ITALIANO CON CORONAVIRUS: UN MIGLIAIO IN QUARANTENA

C’è un altro italiano positivo al coronavirus, che però non si trova attualmente sul territorio nazionale. Si tratta di un medico in vacanza a Tenerife, in Spagna, e che è appunto risultato essere positivo al tampone effettuato presso il laboratorio di microbiologia dell’Ospedale universitario Nuestra Señora de Candelaria. La notizia è stata data dall’agenzia Europa Press, poi ripresa a macchia d’olio dalle principali testate italiane, fra cui quella di Repubblica. Non è ben chiaro da dove provenga il medico, forse dalla Lombardia (ma non vi è ancora certezza a riguardo), fatto sta che questi ha iniziato a sentirsi male mentre si trovava in vacanza, e si è quindi recato presso clinica Quiron, nel sud dell’isola iberica, dove attualmente è ricoverato in isolamento. La notizia è stata confermata da Angel Victor Torres, il presidente delle isole Canarie, attraverso il proprio account Twitter. Il capo di stato ha aggiunto che dopo la positività è scattato il protocollo, con gli ospiti dell’hotel H10 Costa Adejie Palace, dove si trovava appunto il medico, che sono stati tutti in quarantena.

TENERIFE, MEDICO ITALIANO CON CORONAVIRUS, UN INFETTO ANCHE NELLE ASTURIE

Sarebbero circa un migliaio le persone coinvolte, che in queste ore verranno tutte “tamponate” per avere conferma o meno della loro positiva. Anche in caso di esito negativo dovranno comunque rimanere in isolamento per almeno 14 giorni, il tempo di incubazione massimo del virus. Intanto il medico italiano verrà sottoposto a breve a nuove analisi dal Centro nazionale di microbiologia dell’Istituto sanitario Carlos III di Madrid, e il ministero della salute ha attivato un numero telefonico gratuito, dove poter avere informazioni circa le misure di prevenzione, le infezioni e fare chiarezza fra fake news e voci infondate. Nelle ultime ore, infine, è emerso un nuovo caso sospetto di infetto, un ragazzo di 25 anni nelle Asturie che negli scorsi giorni sarebbe stato in Italia nelle zone colpite dal coronavirus. Al momento si trova in isolamento preventivo presso l’ospedale dell’Università Centrale delle Asturie (HUCA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA