TENTA DI RAPIRE BAMBINO DA AUTO/ Bari, fermato dal padre del piccolo: arrestato

- Dario D'Angelo

Bari, un 35enne indiano ha tentato di rapire un bambino di 5 anni dall’auto del padre: solo la prontezza del genitore ha evitato il peggio.

grado
Immagini d'archivio (Pixabay)

Momenti di panico quelli vissuti da un bambino di 5 anni e dal suo papà ieri sera alla villa comunale di Casamassima, in provincia di Bari, dove un uomo ha tentato di rapire il piccolo dall’auto paterna. Secondo quanto riportato dall’ANSA, soltanto la prontezza di riflessi del papà è riuscito ad evitare che il figlioletto finisse tra le mani di un 35enne di origini indiane che ha tentato di tirarlo fuori dalla macchina. Da quanto emerso fino a questo momento, il bambino era appena entrato in auto insieme al papà ma nel giro di pochi istanti la situazione è precipitata: l’aggressore si è avvicinato al conducente iniziando ad urlare e intimandogli di consegnare il bambino. Di fronte all’ovvio diniego del genitore, il rapitore ha tentato allora di passare alle maniere forti cercando di aprire lo sportello dal lato passeggero…

TENTA DI RAPIRE BAMBINO DA AUTO DEL PADRE

E’ stato questo soltanto il primo tentativo che il 35enne di origine indiana ha posto in essere allo scopo di rapire un bambino di 5 anni che si trovava in compagnia del padre. L’uomo ha infatti provato a tirare il piccolo fuori dal finestrino strattonandolo, ma il papà è riuscito a vincere la resistenza dello straniero e subito dopo aver bloccato portiere e finestrini è riuscito ad allontanarsi. Il tutto mentre l’aggressore, non contento, continuava a inseguire l’auto a piedi e a picchiare sul cofano. L’indiano, che è poi risultato essere un senza fissa dimora con precedenti penali, è stato in seguito bloccato ed arrestato da una pattuglia di carabinieri mentre continuava ad inseguire la vettura. Fortunatamente il papà e il bambino non hanno riportato lesioni, ma sono rimaste evidentemente scioccate e terrorizzate dall’aggressione subita. Accertamenti sono in corso per capire se dietro il gesto vi sia l’atteggiamento di un folle o ragioni di altra natura.



© RIPRODUZIONE RISERVATA