Terence Hill piange per il figlio Ross/ Il figlio Jess racconta: “L’incidente…”

- Hedda Hopper

Terence Hill piangeva tutti i giorni per la morte del figlio Ross dopo il terribile incidente d’auto e lo stesso figlio Jess racconta di quegli anni difficili in famiglia

don matteo 2019 tv
Don Matteo

Non c’è pace nemmeno per i vip e questo a voler sottolineare il fatto che i soldi servono a ben poco quando la salute o gli incidenti segnano il percorso di una persona. Lo stesso si può dire dell’amato Terence Hill, ormai il famoso Don Matteo che, anche in replica, continua a mietere ottimi ascolti. Al di fuori dal set delle sue fiction o dei suoi film, e nella vita reale sembra proprio che il dolore non abbia risparmiato l’attore che nel 1990 ha dovuto dire addio al figlio adottivo e sedicenne Ross Hill, morto in seguito ad un terribile incidente avvenuto in Massachusetts per via di una strada ghiacciata che ha causato il ribaltamento dell’auto sulla quale il giovane e un suo amico, viaggiavano. Ad alzare di nuovo il velo sull’incidente e sul dolore che ha travolto Terence Hill è stato il figlio Jess Hill affidando i suoi ricordi alle pagine dell’ultimo numero del settimanale DiPiù.

TERENCE HILL DISPERATO E IN LACRIME

Proprio nella lunga intervista, Jess Hill racconta del suo rapporto con il padre ma, soprattutto, l’espressione che aveva negli occhi in quel periodo: “Mio papà aveva il terrore negli occhi”. Parlando di quello che è successo nel 1990, il giovane ricorda quei momenti di terrore dopo la telefonata arrivata da parte di sua madre. I due hanno preso un aereo e sono volati dall’altra parte del mondo ma era ormai troppo tardi: “Giunti lì, non abbiamo potuto far altro che piangerlo”. Il dolore negli occhi del padre non è una cosa che dimenticherà mai anche se poi ammette che quando lui girava Don Matteo, ha preferito rimanere in America insieme alla madre ma anche riguardo al suo attuale lavoro rivela che proprio il padre ci ha messo lo zampino: “Il mio primo lavoro è fare il produttore, vivo in America. Papà, però, mi ha chiesto di seguire la gelateria, che si trova in Umbria, perciò vengo spesso in Italia. L’idea di aprire una gelateria la accarezzavamo da tempo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA