Testo Il mio canto libero di Lucio Battisti, cover a Sanremo 2021/ Le parole di Mogol

- Elisa Porcelluzzi

Il mio canto libero di Lucio Battisti, tra le cover al Festival di Sanremo 2021. Ancora una volta le indimenticabili parole sono di Mogol.

Il cantautore Lucio Battisti
Il cantautore Lucio Battisti

Il mio canto libero, brano di Battsti-Mogol del 1972

Tra le cover che i big proporranno durante la terza serata del Festival di Sanremo 2021 c’è anche Il mio canto libero” di Lucio Battisti, scelta da Coma_Cose che duetteranno con Alberto Radius e Mamakass. Milioni di italiani hanno cantato questo brano del 1972, pieno di stop e reprise, nel quale i momenti lenti attendono ritorni di canto veloce, il melodico lento improvviso si eleva verso note alte, i cori incidono rinforzando le parole di Mogol. Tra le frasi di maggiore impatto ricordiamo: “Nasce il sentimento, nasce in mezzo al pianto, e si innalza altissimo e va… e vola sulle accuse della gente, a tutti i suoi retaggi indifferente, sorretto da un anelito d’amore… di vero amore”, una sorta di denuncia al conformismo che in quegli anni cresceva tra la borghesia italiana. Il testo del brano ha anche spunti autobiografici: Mogol lo scrisse dopo la separazione dalla moglie e l’incontro con la nuova compagna, la pittrice e poetessa Gabriella Marazzi, con cui andò ad abitare in un vecchio cascinale “ricoperto dalle rose selvatiche”, come rivelato nel libro “Mogol Umanamente uomo”.

Lucio Battisti e il suo canto libero

Lucio Battisti nasce il 5 marzo 1943 a Poggio Bustone, nel reatino, un laziale di campagna con lo spirito di un folker singer americano. Il suo debutto ufficiale fu nel 1969, in pieno periodo hippy, con l’album omonimo “Lucio Battisti”, un disco che ebbe subito successo, supportato da Dischi Ricordi, casa discografica che puntò da subito su di lui. Già quel disco fu un successo: “Non è Francesca” o “Un’avventura” sono ancora oggi nell’immaginario collettivo della gente. Il mio canto libero”’ arriva invece nel 1972, un singolo, il sedicesimo dell’artista, che darà il nome a tutto l’album. Assieme a “Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi”, “Il mio canto libero” sono i due brani di traino del disco. Il brano che verrà riproposto a Sanremo è una piccola avventura autobiografica di Mogol, paroliere di Battisti, che in quei mesi lasciava la moglie per iniziare una nuova unione assieme a Gabriella Marazzi, con cui acquistò un mulino che divenne anche studio di registrazione per Battisti e altri interpreti. Nel tempo la canzone è stata coverizzata da decine di artisti, tra i quali ricordiamo Francesca Michielin, in gara al Festival di Sanremo 2016, Riccardo Cocciante, Francesco Gabbani, Laura Pausini, e Morgan.

Il mio canto libero di Lucio Battisti, il testo della canzone

In un mondo che
Non ci vuole più
Il mio canto libero sei tu
E l’immensità
Si apre intorno a noi
Al di là del limite degli occhi tuoi

Nasce il sentimento
Nasce in mezzo al pianto
E s’innalza altissimo e va
E vola sulle accuse della gente
A tutti i suoi retaggi indifferente
Sorretto da un anelito d’amore
Di vero amore

In un mondo che (Pietre, un giorno case)
Prigioniero è (Ricoperte dalle rose selvatiche)
Respiriamo liberi io e te (Rivivono, ci chiamano)
E la verità (Boschi abbandonati)
Si offre nuda a noi (Perciò sopravvissuti, vergini)
E limpida è l’immagine (Si aprono)
Ormai (Ci abbracciano)

Nuove sensazioni
Giovani emozioni
Si esprimono purissime in noi
La veste dei fantasmi del passato
Cadendo lascia il quadro immacolato
E s’alza un vento tiepido d’amore
Di vero amore
E riscopro te

Dolce compagna che
Non sai domandare, ma sai
Che ovunque andrai
Al fianco tuo mi avrai
Se tu lo vuoi

Pietre, un giorno case
Ricoperte dalle rose selvatiche
Rivivono, ci chiamano
Boschi abbandonati
E perciò sopravvissuti vergini
Si aprono, ci abbracciano

In un mondo che
Prigioniero è
Respiriamo liberi
Io e te
E la verità
Si offre nuda a noi
E limpida è l’immagine ormai

Nuove sensazioni
Giovani emozioni
Si esprimono purissime in noi
La veste dei fantasmi del passato
Cadendo lascia il quadro immacolato
E s’alza un vento tiepido d’amore
Di vero amore
E riscopro te



© RIPRODUZIONE RISERVATA