Tommaso Paradiso/ “Chiamerò mia figlia Annalia, la vita non è cambiata con la fama”

- Davide Giancristofaro Alberti

Tommaso Paradiso ha parlato ai microfoni di Oggi: il frontman dei Thegiornalisti parla del presente e del futuro

tommaso_paradiso_felicita_puttana_2018
Tommaso Paradino in una scena del video di "Felicità puttana"

Tommaso Paradiso è il frontman e leader del gruppo “Thegiornalisti”. Nati come una band indie e di nicchia, Tommy & Company hanno saputo affermarsi a livello nazionale con una serie di grandi successi. L’ultimo singolo, “Maradona y Pelè”, sta veleggiando sempre nei primi posti delle classifiche di vendita, in quello che è uno dei periodi più importanti per la musica dal punto di vista commerciale: chi infatti si aggiudica lo scettro di “tormentone”, vince la stagione. Paradiso si è raccontato ai microfoni di Grazia, magazine diretto da Silvia Grilli. Si parla di musica, a cominciare dai testi delle canzoni dei Thegiornalisti, che secondo alcuni addetti ai lavori nasconderebbero dei riferimenti alla droga: “Lo dicono da sempre, mi diverte – afferma Paradiso – Perché significa che il testo ha fatto il suo dovere e ognuno da l’interpretazione che vuole”.

TOMMASO PARADISO: “CHIAMERÒ MIA FIGLIA ANNALIA”

Tanta musica, ma anche molto sport nella vita di Tommy: “Corro, faccio box, vado in palestra. Lo sport mi aiuta anche a essere una persona migliore. Sul palco mi muovo molto, voglio dare al pubblico tutto me stesso”. Negli ultimi anni, grazie a 5 album, produzioni e collaborazioni di grande successo, e singoli sempre in vetta alle classifiche, la vita di Paradiso e del suo gruppo è cambiata “Non più di quanto si creda – smentisce lo stesso – amo le cose semplici, le cene con gli amici, un giro col cane, un bicchiere di vino, suonare il pianoforte a casa, una mini-vacanza con la mia fidanzata”. Tommy si sta preparando per il maxi concerto che si terrà il prossimo 7 settembre al Circo Massimo di Roma, la prima band italiana che si esibirà presso la splendida location capitolina. E poi, chissà che dopo tante soddisfazioni non giunga il tempo per mettere al mondo un figlio con la sua compagna Carolina: “Annalia. Annalia è un nome che mi piae – conclude a riguardo – se un giorno avrò una figlia la chiamo così”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA