Torino Film Festival/ Il TFF cambia passo: nuova identità visiva ma non solo

- Carmine Massimo Balsamo

Il Torino Film Festival è pronto a ripartire e c’è grande aria di cambiamento: nuovo premio, nuovo logo e molto altro. La conferenza di oggi, 24 settembre.

Torino Film Festival
Torino Film Festival

Il Torino Film Festival cambia passo, le buone premesse non mancano di certo. Oggi, giovedì 24 settembre 2020, si è tenuta la conferenza stampa dalla Mole Antonelliana per presentare alcune delle novità che riguarderanno il TFF38 e le edizioni successive. Uno degli elementi di forte novità è la nuova identità visiva, che andrà a riannodare i fili con il simbolo della città: parliamo della Mole Antonelliana, in particolare la stella a dodici punte che ne costituisce il punto più alto. Ma non solo.

Il Torino Film Festival sarà diffuso, sdoppiandosi tra sala e web: aumentano i luoghi della kermesse e, grazie a My Movies, sarà a disposizione una sala virtuale di 500 posti per vedere tutti i film del concorso. «In questo anno ci siamo mossi nel cercare di proporre contenuti online e anche in sala, nel creare sinergie con il territorio, nell’accettare le nuove sfide e soprattutto nel cercare di spingerci avanti verso sfide tecnologiche innovative», le parole del direttore Museo del Cinema. Domenico Di Gaetano.

TORINO FILM FESTIVAL: TUTTE LE NOVITÀ

«Il Piemonte c’è, il Piemonte è in grado di continuare a organizzare gli eventi in sicurezza», il commento del presidente di Regione Piemonte, Alberto Cirio, nel corso della conferenza stampa odierna riguardante le novità del Torino Film Festival. E il governatore azzurro ha già avuto modo di vedere un film che rappresenterà uno degli eventi speciali del TFF38: parliamo del docufilm The Truffle Hunters, il docufilm diretto e prodotto da Michael Dweck e Gregory Kershaw che racconta la vita di alcuni anziani cercatori del tartufo d’Alba, dei loro rituali, del loro rapporto con i cani e con il territorio.

Per conoscere i film del programma ufficiale di quest’anno bisogna attendere fine ottobre, ma il direttore Stefano Francia di Celle ha iniziato a fornire qualche anticipazione. Come già raccontato ai microfoni de Il Sussidiario, verranno selezionati meno film rispetto agli anni scorsi con l’obiettivo di valorizzare e lanciare sul mercato quelli presenti. Il concorso principale comprenderà 12 film, stesso numero per i cortometraggi. «Uguaglianza di genere e diversità culturale verranno fortemente considerate nella selezione dei film», ha anticipato il neo direttore del Torino Film Festival.

Qui di seguito il programma delle Masterclass confermate del TFF38:

Imprevedibile Stefania con Stefania Sandrelli e Andrea Occhipinti, a cura di Massimo Sordella
Spedizione torinese con Aleksandr Sokurov e i suoi allievi, a cura di Alena Shumakova
La natura nel cinema con Giorgio Diritti e Paolo Pejrone, a cura di Gian Luca Favetto
Formare le nuove generazioni di filmmaker e attivisti con Mohsen Makhmalbaf, a cura di Fedra Fateh e Vahid Rastgou
Cinema e uguaglianza sociale per un mondo più giusto e sostenibile con Waad Al Kateabe Taghi Amirani, a cura di Fedra Fateh
Women in film: le voci in evoluzione delle donne nel cinema, ospiti in via di definizione, a cura di Fedra Fateh

© RIPRODUZIONE RISERVATA