“Torneremo sulla Luna prima della Cina”/ Direttore Nasa: “Sarà base di lancio per missione su Marte”

- Valentina Simonetti

Il direttore della Nasa Bill Nelson, ha anticipato i prossimi progetti dell'agenzia a La Repubblica annunciando la missione Artemis sulla Luna a settembre 2025 e poi quella su Marte

artemis nasa luna yt 640x300 Lancio Artemis I: Nasa torna sulla Luna (Foto da YouTube)

Il direttore della Nasa Bill Nelson, intervistato da La Repubblica ha parlato dei prossimi progetti dell’agenzia spaziale americana, che vanno dal ritorno sulla Luna alla prossima missione su Marte. In una competizione che si giocherà nello spazio, e che vede protagoniste anche Russia e Cina, ma che la Nasa vuole vincere anche con l’aiuto e la collaborazione di Space X di Elon Musk, soprattutto per quanto riguarda la Stazione Spaziale Internazionale. Nelson ha dichiarato senza mezzi termini che la nuova missione lunare, a 55 anni dal primo sbarco, avverrà prima che i cinesi possano concludere il loro progetto di conquista allo spazio partendo proprio dal satellite.

Dobbiamo evitare che loro arrivino prima e dicano: questo è nostro, state alla larga“, ha detto, sottolineando tuttavia di essere convinto che nello spazio non possano esistere bandiere politiche o discriminazioni razziali, perchè: “Siamo tutti cittadini della Terra“. Si tornerà quindi a cercare l’acqua sulla Luna, già a fine anno con l’aiuto di una sonda sulla calotta Sud dove potrebbero esserci ghiacciai, e poi a settembre 2025 partirà Artemis II.

Bill Nelson, direttore Nasa: “La missione sulla Luna sarà base di partenza per Marte”

Bill Nelson, direttore della Nasa ha annunciato il prossimo programma che l’agenzia spaziale ha per l’esplorazione della Luna. Una missione chiamata Artemis II, riporterà per la prima volta dopo 55 anni gli astronauti sul satellite. Ci vorranno 4 giorni di viaggio, ed in tutto, l’impegno durerà 30 giorni. Servirà principalmente come allenamento per la missione successiva, che sarà su Marte. Il satellite infatti fungerà da base di lancio per l’esplorazione del pianeta rosso. Sembra ormai essere tutto pronto per questo progetto, compreso l’esperimento delle coltivazioni vegetali sul suolo lunare per sfamare gli astronauti che sembra aver avuto successo.

Per quanto riguarda il futuro della Stazione Spaziale Internazionale, c’è la conferma della collaborazione tra la Nasa e l’azienda privata di Elon Musk Space X. Nelson su questo argomento commenta: “SpaceX ha fatto fare all’industria spaziale progressi fenomenali. Inviano alla Stazione Spaziale astronauti e materiali con regolarità. È vero che l’azienda è stata fondata da Elon Musk, ma oggi è guidata da un’altra manager, Gwynne Shotwell. Lavoriamo molto bene con lei“.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Usa

Ultime notizie