TOSCA D’AQUINO/ “Le suore dissero a mamma ‘deve fare l’attrice” (Da noi a ruota libera)

- Fabiola Iuliano

Tosca D’Aquino è tra gli ospiti di ‘Da noi a ruota libera’, programma su Rai 1, condotto da Francesca Fialdini. La passione per la recitazione, il successo in tv e…

tosca daquino foto
Tosca D'Aquino

Tosca D’Aquino torna in tv Da noi a ruota libera per ripercorrere lo straordinario successo in teatro dello spettacolo “Belle ripiene”, la commedia con Rossella Brescia, Samuela Sardo, Roberta Lanfranchi, in scena al Teatro Sistina dal prossimo martedì. Attrice televisiva, cinematografica e di teatro, Tosca D’Aquino ha sempre saputo di voler fare l’attrice. Era infatti ancora molto piccola quando, attratta dal palcoscenico, aveva già capito quale sarebbe stato il suo futuro. “Quando domandano a che età mio è venuto in mente di fare l’attrice, non c’è un’età”, ha detto l’artista a L’Ora Solare. “Credo forse nella pancia di mia madre già di aver deciso, quindi piccolissima, bambina”. Fondamentale, in quegli anni, le recite scolastiche di fine anno: “ero dalle suore, suore missionarie Francescane di Maria a Napoli e c’era un bellissimo teatro. Quindi – ha ricordato l’attrice – dall’asilo fino alla terza media, ogni anno c’era il saggio e mi facevano fare sempre la protagonista”.

TOSCA D’AQUINO: “I MIEI GENITORI SONO STATI LUNGIMIRANTI”

In quegli anni di gioventù, era già chiaro a tutti che Tosca d’Aquino sarebbe diventata una delle attrici più talentuose del panorama italiano. A supportarla, anche le suore, che sostenevano con forza la sua passione: “Le suore dicevano a mia madre ‘deve fare l’attrice assolutamente’, e io ero caparbia, quando mi domandavano ‘che cosa vuoi fare?’ (Rispondevo, ndr) ‘l’attrice'”. È così che per Tosca D’Aquino si sono aperte le porte del mondo dello spettacolo, prima nelle tv locali, poi in quelle nazionali. Tuttavia, a dispetto del suo talento naturale e del percorso professionale già ricco di step, fu convinta a frequentare l’Accademia di Arte Drammatica Silvio D’Amico: “sono stati lungimiranti i miei genitori – ricorda l’attrice a Tv2000 – perché io già a 14 anni lavoravo professionalmente […] I miei genitori proprio questo dissero ‘se vuoi fare questo lavoro, devi frequentare assolutamente una scuola’”.

TOSCA D’AQUINO: “PIPPO BAUDO? MI HA SCELTA PER…”

Forte del desiderio di diventare un’attrice, Tosca D’Aquino si sottopose all’esame per entrare all’Accademia di Arte Drammatica Silvio D’Amico. “Mio padre lasciò il lavoro a Napoli”, ricorda l’artista a Tv 2000, “all’epoca lavorava alla Sip, chiese il trasferimento e ci trasferimmo a Roma prima ancora di sapere l’esito di questo provino in accademia”. Per i suoi genitori si è trattato infatti di una vera e propria scommessa vinta: “probabilmente, nella mia disperazione – ha spiegato Tosca D’Aquino – passai perché sentivo questo peso della responsabilità di aver fatto trasferire tutta la famiglia”. E il successo fu inarrestabile. Dopo il debutto nel 1986, seguì la popolarità con Il ciclone, film di Leonardo Pieraccioni, senza dimenticare la prima trasmissione televisiva con Pippo Baudo: “Se mi ha inventata lui? È vero. La prima trasmissione televisiva importante, fantastica, la vedevano tutti, mi scelse lui. Non sai quanti candidati c’erano! Mi scese Pippo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA