Triangle of Sadness ha vinto la Palma d’Oro a Cannes/ “Film ci ha messo sotto shock”

- Josephine Carinci

Triangle of Sadness è il film che a Cannes vince la Palma d’Oro! La pellicola è stata diretta da Ruben Östlund, al suo primo film inglese

triangle of sadness
triangle of sadness

La Palma d’Oro del 75esimo Festival di Cannes va a Triangle of Sadness, film di Ruben Östlund. Il regista, al suo primo film inglese, vince così uno dei più prestigiosi riconoscimenti del mondo del cinema. Il commento del presidente di giuria Vincent Lindon è emblematico: “Il tuo film ci ha messo sotto shock”. Si tratta infatti di una grottesca rappresentazione del capitalismo, che prende vita dal momento in cui una nave da crociera – a causa di un incidente – si ribalta tutto, comprese le classi sociali.

“Ho fatto un film che vuole piacere e dividere il pubblico”, rivela Ruben Östlund. Per il regista si tratta della seconda Palma d’oro a cinque anni da The Square. Lo svedese sale così a due come i fratelli Dardenne. Inoltre al Festival di Cannes, il film Le Otto montagne (tratto dal libro di Paolo Cognetti) dei registi belgi Felix Van Groeningen e Charlotte Vandermeersch e produzione tricolore (Wildside e Vision) ha vinto ex aequo il Premio della Giuria. I due registi, marito e moglie, hanno raccontato: “Abbiamo deciso di sederci a un tavolo e scrivere. Come se adattare questa storia così pura avesse il potenziale di farci riavvicinare. È stato così”.

Triangle of Sadness, uno spaccato sul capitalismo

Il film Triangle of Sadness, presentato in anteprima il 21 maggio 2022 proprio al Festival di Cannes, è stato girato quasi esclusivamente nelle isole della Grecia. Le riprese sono cominciate nel marzo 2020 dopo quasi tre anni di pre-produzione ma sono state interrotte dopo 25 giorni a causa dello scoppio della pandemia. Sono poi ricominciate nel mese di settembre, terminando in 73 giorni. Lo yacht utilizzato è il celebre Christina O, appartenuto ad Aristotele Onassis.

“È una satira della superficialità del mondo della moda e del capitalismo”: così Ruben Östlund ha presentato il film dopo la vittoria. Il protagonista è Carl, un modello ricco ma insicuro perché la sua fidanzata Yaya, come lui modella, guadagna più di lui. Mentre la carriera di lui è in crisi, lei è indecisa sul loro rapporto che non sa se considerare una vera relazione o un modo per guadagnare followers. Quando i due vengono invitati gratis a una lussuosa crociera nel Mediterraneo in cambio di promozione, accettano. Presto però le cose prenderanno una piega inaspettata: un incidente ribalta infatti la gerarchia sulla nave.







© RIPRODUZIONE RISERVATA