Ultime notizie/ Ultim’ora oggi: Usa Today, sede evacuata per uomo armato (7 agosto)

- Fabio Belli

Ultime notizie di oggi, 7 agosto 2019: Usa Today, sede evacuata per uomo armato. Polizia sul posto per le verifiche.

usa today uomo armato 640x300
Usa Today, uomo armato nella sede in Virginia?

Nuovo allarme negli Stati Uniti: la sede di Usa Today a McLean, in Virginia, è stata evacuata pochi minuti fa a causa della presenza di un uomo armato. Centinaia di dipendenti sono stati fatti uscire con l’aiuto della polizia. Lo ha annunciato lo stesso quotidiano americano. La polizia aveva infatti segnalato la presenza di un uomo armato nel Gannett Building, che ospita gli uffici non legati all’attività giornalistica. Poi ha anche consigliato di «evitare la zona». Il giornale sul suo sito internet ha scritto che «gli allarmi sono suonati in tutto l’edificio mentre le automobili della polizia stavano arrivando». Secondo indiscrezioni riportate dai media americani non ci sarebbe stato alcun colpo di arma da fuoco sparato, quindi l’edificio sarebbe stato evacuato per precauzione per la probabile presenza di una uomo armato, ma non è chiaro con cosa. (agg. di Silvana Palazzo)

Ultime notizie, terremoto a Cosenza

Paura nel pomeriggio a Cosenza: alle 16.05 è stato registrato un terremoto con epicentro a Castiglione Cosentino, sisma di magnitudo 2.6 con coordinate geografiche (lat, lon) 39.34, 16.24 ad una profondità di 10 km. Nonostante la bassa magnitudo, la scossa è stata avvertita a Rende, Cosenza ed in altri territori limitrofi: scattata il tam tam social, non si hanno notizie di danni a persone e cose. Ingv riporta i Comuni circostanti all’epicentro: oltre ai già citati Rende e Cosenza, troviamo Castrolibero, Zumpano, San Pietro in Guarano, Marano Marchesato, Lappano, Marano Principato, San Vincenzo La Costa, Rose, Rovito, San Fili, Cerisano e Celico. Attese novità nel corso delle prossime ore, si temono altre scosse. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

Ultime notizie, aggiornamenti sui fatti di Corinaldo

Si torna a parlare della vicenda di Corinaldo: al concerto di Sfera Ebbasta avevano perso la vita alcuni adolescenti, a causa di uno spray la peperoncino. Lo shock dei genitori, le indagini, le posizione del “trapper boy” e oggi il misterioso video scomparso dai social: la notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018, Sfera Ebbasta avrebbe incontrato uno degli indagati. Il video è stato postato su Instagram dallo stesso Ugo Di Puorto, il ragazzo in questione, ma lo avrebbe subito eliminato. Non si conoscono i dettagli dell’incontro, che al momento parrebbe dunque esser stato casuale. Nel video Sfera Ebbasta risponde con “Yeah, the king, Sfera Ebbasta” al ragazzo e con la mano mima il gesto del cucirsi la bocca. (Aggiornamento Paola Stigliano)

Ultime notizie, incidente sulla A14

A un anno di distanza dall’esplosione dell’autocisterna che devastò il quartiere di Borgo Panigale, la A14 torna protagonista in negativo con un nuovo incidente che costa la vita a due operai che sull’autostrada all’altezza di Bologna erano impegnati in un cantiere per lavori di manutenzione. Il conducente del tir che li ha investiti, sfiorandone un terzo che è riuscito a spostarsi, è ora indagato per omicidio colposo e sale tristemente a 482 il totale dei morti dall’inizio dell’anno che hanno perso la vita sul posto di lavoro.

Ultime notizie, oggi resa dei conti per la Tav

Dopo il sì incassato per il decreto sicurezza bis, la Lega è attesa da un nuovo difficile banco di prova, ottenere il via libera anche per il completamento della Tav che collegherebbe con l’alta velocità Torino a Lione. Il voto sarà sulla mozione appoggiata dal Movimento 5 Stelle che invita il Parlamento a rivedere l’opera sulla quale il Presidente del Consiglio Conte ha già dato la sua benedizione. E infatti Matteo Salvini afferma che un voto contro la Tav equivarrebbe a sfiduciare la stessa figura del Presidente del Consiglio. È scontro aperto ai vertici del Governo e la decisione dipenderà anche dalle altre forze in Parlamento.

Ultime notizie, la Pernigotti è salva

Buone notizie sul fronte Pernigotti, è infatti stato annunciato dal ministro dello Sviluppo Economico uno storico accordo che salva non solo lo stabilimento e la produzione di Novi Ligure, ma anche e soprattutto tutti i suoi lavoratori. Il marchio sarà ceduto a Maestri gelatieri comprese strutture e dipendenti senza che sia previsto nessun esubero. Dal Mise è stato spiegato in una nota: “E’ stato raggiunto un accordo storico: la produzione della Pernigotti continua a Novi Ligure e non ci sarà nessun esubero. L’intesa è frutto di mesi di lavoro sinergico del ministro Di Maio e garantirà la continuità operativa del sito e la salvaguardia di tutti i lavoratori“.

Ultime notizie, confessa un 17enne per il cassonetto a Savona

A Savona un cassonetto lanciato dalla strada finisce nella spiaggia sottostante di Bergeggi, ferendo di rimbalzo un ragazzo francese di 12 anni che dormiva in una tenda. A compiere il gesto un diciassettenne in stato di ebrezza che ha confessato il reato dichiarandosi dispiaciuto e inconsapevole che sotto ci fossero delle persone. Salva per miracolo la sorella del ragazzo francese che fino a poco prima dormiva proprio nel punto dell’impatto, ma che fortunatamente per motivi di comodità si è spostata salvandosi la vita.

Ultime notizie, via allo shopping in Inghilterra con la sterlina che cola a picco

La sterlina è in discesa libera, ai minimi storici da dopo la decisione di uscire dall’Unione Europea con il referendum sulla Brexit. A trarne beneficio solo i turisti, che in vacanza oltre la Manica, possono comprare a prezzi più vantaggiosi derivanti dal cambio e fare dei veri e propri affari. Da settimane infatti lo shopping in Inghilterra sta diventando un “must” per molti turisti e il fenomeno si è acuito negli ultimi tempi in cui le vacanze estive hanno aumentato la presenza di turisti a Londra e in tutto il Regno Unito. Gli analisti prevedono che a lungo termine questo fenomeno possa diventare ancor più conveniente per chi farà le sue spese in UK.

Ultime notizie, lo sport in Parlamento apre il contrasto con il CIO

Il Senato con 154 voti a favore approva la legge sullo sport che consegna al Governo il compito di riordinare il Coni e il settore in generale. Il Cio insorge contro la perdita di autonomia del Coni stesso e invita le parti in causa a un incontro risolutore a Losanna. Il sottosegretario Giorgetti a nome della maggioranza ha replicato così al Cio: “Sorprende tutto questo interesse del Cio per una singola parte del provvedimento che riguarda il potere politico del Coni. La lettera, forse scritta da funzionari del Cio, il cui contenuto il governo ha appreso dai giornali, è stata forse un po’ frettolosa visto che molte risposte non solo sono già contenute nelle norme della stessa riforma ma anche negli ordini del giorno del relatore preannunciati ieri sera in commissione cultura su cui il governo darà parere favorevole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA