Una vita/ Anticipazioni puntate 20-26 aprile: la morte di Celia e un salto temporale?

- Matteo Fantozzi

Una vita, anticipazioni puntate 20-26 aprile: Lucia abbandonerà definitivamente Acacias dopo il tradimento di Telmo. Riuscirà a farla tornare?

Una vita
Telmo di "Una vita"

Una vita, anticipazioni puntate 20-26 aprile

E alla fine anche per Una Vita ci toccherà fare i conti con una morte eccellente ed un salto temporale di dieci anni che manderà in crisi il pubblico di Canale5 che a stento riesce a riconoscere Il Segreto e sta mettendo in fila i nuovi arrivati dopo l’incendio e il salto di cinque anni. Cosa ne sarà dei protagonisti di Una Vita? A differenza di quello che è successo con la sorella maggiore, per fortuna Una Vita ospiterà nuovi protagonisti ma non dimenticherà i suoi più famosi tranne una, Celia. La donna morirà proprio in queste nuove puntate e tutto per via di quello che è successo a Trini e alla follia a cui è tornata proprio per via di Milagros che di colpo ha portato a galla tutto il dolore per i figli che non ha avuto e l’aborto. Inutile dire che questa morte strazierà il cuore dei fan di Una Vita che dovranno fare i conti con questo lutto e poi, di colpo, anche di tutto quello che succederà dopo il salto temporale. (Hedda Hopper)

Una vita, anticipazioni puntate 20-26 aprile

Una vita nella prossima settimana, quella che va dal 20 al 26 aprile, ci regalerà nuove intense emozioni. Lucia deciderà di lasciare per sempre Acacias e di non rivedere mai più Telmo, nonostante le insistenze di Ursula che proverà a convincerla a rimanere e ad affrontare Telmo. Alla disperazione di Lucia si contrapporrà la gioia di Samuel, felice del suo trionfo: si è finalmente vendicato dell’ereditiera e dell’ex sacerdote. Padre Bartolomè e il priore Espineira festeggeranno insieme a lui la perfetta riuscita del piano con cui hanno distrutto Telmo e Lucia. Ma sarà davvero finita così? E come reagirà Celia al momento di separarsi da Milagros? Per scoprirlo Una Vita vi aspetta da lunedì a venerdì alle 14.10 su Canale 5.

Una vita, dove eravamo rimasti

Ecco dove eravamo rimasti nelle ultime puntate di Una vita. Tanti nodi sono giunti al pettine ed il diabolico piano architettato da Espineira, Samuel e Padre Bartolomè sembra avere colto nel segno, gettando nella disperazione due tra i personaggi più amati della serie. Che cosa è successo esattamente nel lussuoso quartiere di Acacias, dove ormai le lacrime scorrono a fiumi? A causa dell’inganno messo in atto nei loro confronti da Samuel ed Espineira la storia d’amore tra Telmo e Lucia sembra concludersi nel peggiore dei modi. Padre Bartolomè informa Lucia che il conto corrente della fondazione Valmez è stato completamente prosciugato e che la sua intera eredità è stata trasferita all’ordine religioso del Cristo Giacente.

Lucia non crede alle proprie orecchie, soprattutto quando Padre Bartolomè la informa che può essere stato solo Telmo ad autorizzare un’ operazione bancaria di quel tipo, in quanto unico soggetto dotato di procura notarile. La ragazza è incredula e non vuole accettare l’idea che il suo amato possa averla tradita in quel modo. Padre Bartolomè la convince ad accompagnarlo in banca per verificare quanto accaduto e fugare ogni dubbio e la realtà che si para davanti a Lucia non lascia spazio a dubbi: Telmo ha effettivamente firmato l’operazione di trasferimento del denaro distruggendo in un attimo i suoi sogni e la promessa di una vita felice. Intanto arriva il giorno del tanto atteso combattimento di Tito, che sale sul ring per sfidare il suo avversario: seguendo il piano ideato insieme ad Inigo, Tito perde l’incontro consentendo ad Inigo di vincere la scommessa che aveva fatto circa l’esito del match.

In questo modo i due ragazzi vincono un sacco di soldi e si vendicano dell’usuraio che aveva rovinato le loro vite: ora che la fortuna è tornata a sorridere è tempo di nuovi progetti, da realizzare lontano da Acacias. Inigo, Tito, Leonor e Flora decidono di trasferirsi a Coimbra in Portogallo abbandonando per sempre la Spagna. Anche Ramon è sempre più convinto di lasciare casa per qualche tempo, trasferendosi a Parigi insieme alla figlioletta Milagros. L’uomo vuole godersi la ritrovata paternità, ma soprattutto fare chiarezza sulle circostanze in cui è morta la moglie Trini: Ramon crede che Celia abbia avuto un ruolo attivo nella tragedia. Purtroppo non ha prove per dimostrarlo, quindi pensa che un periodo di lontananza possa aiutarlo a chiarirsi le idee e ricostruire quanto accaduto. Una volta appresa la notizia della imminente partenza Celia va in crisi, dimostrandosi sempre più assente e distratta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA