Vaccino Covid sarà annuale?/ Moderna: “Come per influenza se virus diventa endemico”

- Luca Bucceri

Il vaccino anti-Covid potrebbe diventare annuale così come quello contro l’influenza: a dirlo è il co-fondatore di Moderna Noubar Afeyan

terza dose pfizer
Vaccini anti-Covid: Pfizer e Moderna (LaPresse, 2021)

La campagna vaccinale contro il Covid-19 potrebbe non fermarsi anche dopo che il virus verrà sconfitto dal punto di vista pandemico. I passaggi successivi all’emergenza potrebbero infatti portare all’endemizzazione dell’infezione, come il caso per esempio dell’influenza stagionale. In questo caso, come noto, è necessario un vaccino annuale per evitare che il virus abbia effetti indesiderati in persone fragili o patologie pregresse. Il Covid-19 potrebbe dunque seguire questo cammino.

A sottolinearlo è il co-fondatore di Moderna Noubar Afeyan, che ospite della trasmissione “Mornings with Maria Bartiromo” ha sottolineato che il vaccino anti-Covid potrebbe presto diventare annuale: “Non sappiamo quando questo virus passerà da essere una pandemia fino a diventare un virus potenzialmente endemico con cui abituarci a convivere. Se dovesse finire così però potrebbe essere necessario un richiamo annuale potenzialmente variabile. Di anno in anno o negli anni mentre il virus varia“.

Vaccino anti-Covid annuale, l’idea di Afeyan

La possibilità che il siero anti-Coronavirus possa diventare annuale era già stato ipotizzato negli scorsi mesi da esperti e medici. Dopo l’emergenza e la pandemia, il virus potrebbe presto “scemare” e saremo costretti a conviverci, proprio come accade con la comune influenza. Afeyan ha quindi spiegato: “Sarà un po’ simile a quello che già facciamo con il vaccino antinfluenzale. Se il Covid-19 dovesse finire così è questo il percorso che dovremo fare, ci sarà un continuo bisogno di potenziamento“.

Dal CDC, Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, è arrivato l’ok per la terza dose con tutti i vaccini disponibili negli Usa. Ma dalla direttrice Rochelle Walensky è arrivata la conferma che il ciclo vaccinale potrebbe non essersi concluso dopo la dose booster: “In questo momento non abbiamo l’idoneità al richiamo per tutte le persone. Non abbiamo ancora cambiato la definizione di completamente vaccinato. Continueremo a esaminarlo. Potrebbe essere necessario aggiornare la nostra definizione in futuro”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA