Valentino Rossi: “Presto papà, mia seconda vita”/ “Corse mi affascinano, ma ora…”

- Luca Bucceri

Valentino Rossi: “Presto papà, mia seconda vita”. Il “Dottore”, dopo nove titoli mondiali, è pronto alla nuova sfida da genitore

Valentino Rossi MotoGp
Valentino Rossi, MotoGp (Lapresse)

Valentino Rossi è pronto a cominciare una nuova vita, quella fuori dalle piste del Motomondiale, ma comunque ricca di curve, alti e bassi e di certo emozioni che soltanto un nuovo traguardo può regalare. Presto la famiglia Rossi, composta con la compagna Francesca Sofia Novello, si allargherà con l’arrivo della piccola “dottoressa”, e il nove volte iridato si sta preparando a questo cambio drastico della propria quotidianità lasciando ben lontani guantoni e casco che negli ultimi ventisei anni lo hanno reso famoso in tutto il mondo.

La cosa più importante sarà diventare babbo, tra un mesetto. Sono curioso di vedere cosa accadrà: raccontano sia una emozione che ti cambia per sempre. La mia seconda vita” ha raccontato ai microfoni de La Repubblica. Solo due mesi fa, al termine della stagione di MotoGP in quel di Valencia, l’addio ai motori e la promessa di un possibile arrivederci, ma quel che trapela è una convinzione del “Dottore” ad allontanarsi almeno momentaneamente dal Motorsport per godersi la vita e la nuova famiglia che si sta creando.

VALENTINO ROSSI: “GARE MI AFFASCINANO, MA ORA”

C’è chi, come Danilo Petrucci, ha salutato la MotoGP per andare in Dakar, ma Rossi non ne vuole sapere: “No grazie, non ora: preferisco l’asfalto. “E poi, le gare in macchina. Sono affascinato da Le Mans. Voglio divertirmi in pista, che significa essere competitivo, però quest’estate mi piacerebbe anche godermi finalmente le vacanze: rilassarmi un po’, senza la pressione di un prossimo gran premio”. Sembrano parole chiare e precise quelle del nove volte iridato, che oltre alla nuova vita con la baby-Rossi potrà contare su una nuova scommessa.

Parliamo della Mooney VR46 Racing Team, la scuderia che nel 2022 farà il debutto in MotoGP. La nuova squadra, che doveva contare sull’apporto degli arabi di Aramco, è pronta al via del mondiale con i piloti Marini e Bezzecchi. Non è esclusa qualche sporadica presenza in pista di Rossi, che a Ezpeleta a Valencia aveva detto: “Penso di venire a vedere qualche gara, don Carmelo: non credo ci sarò sempre”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA