Variante Delta “2 dosi Pfizer o AstraZeneca efficaci”/ Lo studio: una sola non basta

- Emanuela Longo

Il nuovo studio sulla variante Delta evidenzia l’efficacia della doppia dose di vaccino Pfizer o AstraZeneca: crolla quella dopo una sola dose

vaccino Covid
Vaccino anti-Covid (LaPresse)

Due dosi del vaccino anti Covid Pfizer o AstraZeneca sarebbero efficaci contro la variante Delta altamente trasmissibile e che sta spaventando il mondo intero. E’ quanto emerso da un recente studio pubblicato questo mercoledì e reso noto da Reuters. La variante Delta ha ormai preso il sopravvento in tutto il mondo ma secondo i funzionari gli attuali vaccini contro il Covid sarebbero sufficienti a garantire un’alta efficacia. Lo stesso studio ha tuttavia evidenziato come una sola dose non sarebbe sufficiente a fornire una elevata protezione.

La nuova ricerca trova spazio sul New England Journal of Medicine ed andrebbe a confermare quanto già evidenziato lo scorso maggio da Public Health England, in merito all’efficacia dei vaccini Covid realizzati da Pfizer-BioNTech e Oxford-AstraZeneca alla luce dei dati reali. Il nuovo studio ha tuttavia evidenziato come due dosi di Pfizer siano efficaci nel prevenire i sintomi della variante Delta, contro il 93,7% rispetto alla variante Alpha. La doppia dose del vaccino AstraZeneca sarebbe invece efficace al 67% rispetto alla variante Delta ed al 74,5% rispetto alla variante Alpha precedentemente dominante.

VARIANTE DELTA, LO STUDIO “2 DOSI PFIZER O ASTRAZENECA PROTEGGONO”

Secondo i ricercatori che si sono occupati del nuovo studio sulla variante Delta, “Sono state rilevate solo modeste differenze nell’efficacia del vaccino con la variante Delta rispetto alla variante Alpha dopo la ricezione di due dosi”. I dati che giungono da Israele hanno stimato una minore efficacia di Pfizer contro la malattia sintomatica ma la protezione contro le forme gravi di Covid resterebbe comunque elevata. In un primo momento era emerso che una sola dose di entrambi i vaccini anti Covid avrebbe avuto una efficacia del 33% circa contro i sintomi della variante Delta ma il nuovo studio ha scoperto che una dose di Pfizer è efficace al 36% ed una di AstraZeneca per il 30%. I ricercatori che hanno lavorato al nuovo studio hanno precisato: “La nostra scoperta di una ridotta efficacia dopo la prima dose supporterebbe gli sforzi per massimizzare l’assorbimento del vaccino con due dosi tra i gruppi vulnerabili nel contesto della circolazione della variante Delta”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA