Video/ Ascoli-Entella (2-1): highlights e gol, i marchigiani ritrovano i tre punti

- Stefano Belli

Video Ascoli-Entella (risultato finale 2-1): highlights e gol dell’anticipo della nona giornata di Serie B 2019-2020. La squadra allenata da Paolo Zanetti ritrova la vittoria in casa.

Scamacca Ascoli Frosinone lapresse 2019
Ascoli, Gianluca Scamacca (Foto LaPresse)
Pubblicità

Il video con i gol e gli highlights di Ascoli-Entella 2-1 contiene le immagini salienti dell’anticipo della nona giornata di Serie B 2019-2020. Dopo tre sconfitte consecutive i marchigiani ritrovano la vittoria che mancava loro dallo scorso 24 settembre, gli uomini di Paolo Zanetti che durava da oltre un mese e che probabilmente li aveva costretti a ridimensionare un po’ le loro ambizioni dopo un inizio di campionato da favola. La squadra di Boscaglia sembra aver imboccato un tunnel senza via d’uscita e i tre punti sono diventati una sorta di tabù per i liguri. Accade tutto nel primo tempo quando tra le mura amiche del Del Duca i padroni di casa fanno sul serio sin dal fischio d’inizio dell’arbitro Fourneau, al 5′ Ninkovic emerge da una mischia furibonda in area e colpisce il pallone spedendolo alle spalle di Contini. Gli ospiti pareggiano in maniera rocambolesca i conti grazie all’autogol di Pucino dopo il disastroso rinvio del portiere Leali che scaglia il pallone addosso al suo compagno che lo ributta in porta. Poco prima c’era stata la traversa di Adorjan che aveva fatto capire come l’Entella fosse pienamente in partita nonostante l’inizio ad handicap. Dall’altra parte Da Cruz fa il diavolo a quattro e sforna una serie di assist per Ardemagni che prima sbaglia e poi non perdona riportando in vantaggio il Picchio. Nella ripresa i ritmi calano inevitabilmente quando i giocatori di entrambe le squadre accusano la stanchezza dovuta all’enorme dispendio di energie della prima frazione di gioco, Piccinocchi non riesce a chiuderla mentre Coppolaro manca l’appuntamento con il due pari. Due espulsioni nel finale: Da Cruz perde la testa e rovina il suo voto in pagella reagendo istericamente quando il direttore di gara gli fischia un fallo contro, buttando via il pallone e apostrofando il fischietto con parole poco lusinghiere, il rosso diretto è inevitabile. La superiorità numerica dell’Entella dura pochissimo, Chiosa commette fallo da ultimo uomo su Scamacca e finisce anch’egli sotto la doccia prima degli altri. Ristabilita la parità numerica, l’Ascoli torna a gestire senza correre grossi rischi fino al triplice fischio.

Pubblicità

VIDEO ASCOLI-ENTELLA 2-1, LE DICHIARAZIONI

Le parole del grande ex, Michele Troiano, per anni bandiera della Virtus Entella e oggi in forza all’Ascoli: “Abbiamo attraversato un momento difficile ma abbiamo reagito da veri uomini, ci siamo uniti e giocando compatti abbiamo ritrovato la vittoria, secondo me non è un caso. Credetemi che per un calciatore sentirsi dire che non ci mette il cuore è davvero frustrante ma al stesso tempo uno stimolo enorme a dare il massimo in campo e a smentire i detrattori. Oggi non abbiamo dato punti di riferimento all’Entella, e qui al Del Duca quando passi in svantaggio poi è dura recuperare per gli avversari. In settimana abbiamo preparato la partita tenendo conto anche del cambio di modulo dei liguri, era inoltre fondamentale neutralizzare un elemento pericoloso come Coppolaro. In ogni caso serve equilibrio quando si vince: non eravamo fenomeni prima, non siamo diventati scarsi con tre sconfitte e ora non siamo tornati a essere campioni. Il campionato è lunghissimo, l’anno scorso a inizio stagione Brescia e Lecce stentavano e pensavano solo a salvarsi, oggi sappiamo tutti dove giocano e con chi hanno a che fare ogni weekend. Affrontare i miei ex-compagni di squadra è stato strano, ho sofferto parecchio quando l’Entella è retrocessa in Serie C ma dalla società non ho ricevuto il trattamento che mi meritavo. Ho provato emozioni molto contrastanti tra loro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità