Virus respiratorio sinciziale: morti due bimbi di pochi mesi/ Paura da nord a sud

- Davide Giancristofaro Alberti

Bimbo di 5 mesi morto all’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia: deceduto a seguito del virus sinciziale, il Vrs. I dettagli

neonato gravidanza placenta Coronavirus
(LaPresse)

Un bimbo di soli 5 mesi è morto presso l’ospedale di San Leonardo di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, dopo aver contratto il virus sinciziale, una malattia respiratoria che colpisce di solito i bimbi in tenera eta, e che nelle ultime settimane è stato “molto sponsorizzato” dopo che la figlia di Chiara Ferragni, la piccola Vittoria, era finita in ospedale proprio per problemi simili. Il bimbo di 5 mesi, come riferisce l’edizione online dell’agenzia Ansa, era stato ricoverato presso il reparto di pediatria soltanto 48 ore prima del decesso, e nonostante i numerosi e ripetuti tentativi dei medici dove lo stesso piccolo si trovava in cura, alla fine non ce l’ha fatta.

Il bimbo deceduto si chiamava Giuseppe, ed era stato preparato per essere trasferito presso l’ospedale Santobono, sempre in quel di Napoli, e subito dopo il decesso la Direzione Sanitaria, attraverso una nota ufficiale, ha spiegato che: “Il piccolo paziente era giunto il 6 novembre scorso con una grave dispnea e gravi problemi respiratori. La malattia ha avuto una evoluzione rapida negativa e si stava preparando il suo trasferimento all’ospedale Santobono, con un’anestesista come accompagnatore. E’ stato intubato, ma non ha retto alla manovra di intubazione. E’ morto subito dopo”.

BIMBO DI 5 MESI MORTO A NAPOLI: “CARTELLA CLINICA SEQUESTRATA”

Come scrive l’agenzia Ansa, l’intero reparto sarebbe choc, anche perchè la stessa Pediatria del San Leonardo di Castellammare di Stabia sta accogliendo negli ultimi giorni molti bambini piccoli affetti dal Vrs, il Virus respiratorio sinciziale, per cui allo stato attuale non esistono alcune cure, ma solamente delle terapie di supporto.

Al momento nel nosocomio stabiese vi sono 5 pazienti ricoverati nel reparto di Neonatologia, e tutti sono piccolissimi, di età compresa fra 1 e 30 giorni. ”La cartella clinica è stata sequestrata – hanno fatto sapere dalla Direzione sanitaria – e anche il corpicino del bimbo sarà sottoposto domani mattina ad autopsia, per dare seguito a un’indagine aperta su quanto accaduto”. Da segnalare, a conferma di quanto il virus stia circolando in questo periodo, un decesso anche a La Spezia, in questo caso un bimbo di soli 11 mesi morto sempre dopo aver contratto il Vrs. I genitori avevano portato il proprio piccolo in ospedale a seguito di una continua tosse sempre più grave, ma il bimbo non ce l’ha fatta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA