Walter Zenga/ Dalla moglie Raluca Rebedea al rapporto con le ex: “Figli? Tatuati!”

- Anna Montesano

Walter Zenga ospite di Amadeus ai Soliti Ignoti. Dalla moglie Raluca Rebedea al rapporto con le ex e i suoi cinque figli

L’allenatore di calcio Walter Zenga
L’allenatore di calcio Walter Zenga

È Walter Zenga l’ospite speciale di Amadeus nella nuova puntata dei Soliti Ignoti su Rai 1. Il celebre allenatore nell’ultimo anno è stato spesso al centro del gossip soprattutto per il rapporto coi i due figli avuti da Roberta Termali, Andrea e Niccolò. Oggi il loro rapporto si è almeno in parte risanato, ma in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, Zenga ha ammesso che le parole dure dei due figli nei suoi confronti sono state “devastanti”: “Però li capisco e dico questo: quando ci si separa non ci sono vincitori né vinti, al massimo si pareggia la sconfitta. Il mio lavoro mi ha portato in giro per il mondo. Non sempre ho potuto essere accanto a loro, ma ho preso un aereo per vederli ogni volta che ho potuto. Guardi il mio braccio: mi sono tatuato i nomi dei figli”, ha comunque aggiunto l’allenatore.

Walter Zenga, dalle ex alla moglie Raluca Rebedea: un rapporto fortissimo

Oltre a Roberta Termali, nella vita di Walter Zenga c’è un’altra ex importante: l’ex moglie Elvira Carfagna: “Con lei ci siamo sposati a vent’anni, troppo giovani, lo so bene. Poi ci separiamo, senza figli. Dopo sei mesi ci rimettiamo insieme, annulliamo la separazione e facciamo un figlio. Qualche mese dopo ci separiamo definitivamente”, ha raccontato nell’intervista Zenga. Oltre a Jacopo, Niccolò e Andrea, Walter ha poi avuto altri due figli, Samira e Walter jr, dalla sua attuale moglie Raluca Rebedea.

Tra loro c’è un rapporto bellissimo, lui stesso ha raccontato un retroscena che lo conferma: “Quando mi chiamarono ad allenare il Cagliari feci quattro giorni di lavoro e poi il mondo si chiuse per la pandemia. Da marzo ad agosto ho potuto vedere i miei bambini solo per sette giorni e sa come ho fatto? Ho preso un aereo privato, sono atterrato a Dubai, mi hanno chiuso in un albergo per aspettare i risultati del test anti-Covid, quindi sono potuto andare da loro. Qualche giorno e poi di nuovo in Italia, aereo privato, eccetera. Capisce perché quando mi guardo allo specchio e mi domando se sono stato un buon padre la risposta che mi do ogni volta è sempre ‘sì'”, ha raccontato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA