BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

AS ROMA/ Parla Ranieri: "La squadra ha le palle e lo dimostrerà". "Con Totti rapporto sincero"

Pubblicazione:

ranieri_roma_R375x255_27gen10.jpg

AS ROMA - Sabato, ore 12.30, centro sportivo "Fulvio Bernardini". Claudio Ranieri prende parte alla consueta conferenza stampa della vigilia ma, "questa volta", sottolinea con decisione, "inizio io e concludo io, visto che ho sentito tante cose e vorrei dire la mia realtà". Il tecnico testaccino, da qualche giorno al centro del dibattito per i magri risultati giallorossi e la presunta polemica con Totti, coglie l'occasione dell'incontro con i cronisti per fare chiarezza sulla questione e levarsi qualche sassolino dalla scarpa. Non c'è spazio per le domande dei giornalisti, il duro monologo di Ranieri  (circa nove minuti) affronta tutti i temi caldi dell'ultima settimana.

 

TOTTI E SQUADRA. "Ci sono cose che non vanno bene - dichiara il mister -, i risultati non vanno bene e non è una scusante, a Monaco volevamo fare di più e giocare per vincere ma non ci siamo riusciti. Le responsabilità sono dell'allenatore". E su Totti: "ho letto che era contro di me, cose più assurde non possono essere state scritte, questo è uno spogliatoio sano. Ho un rapporto leale e sincero con tutti, figuriamoci con il mio capitano. Tutto quello che faccio lo faccio per la Roma, parlare dopo è facile". "Avete detto peste e corna di questa squadra - prosegue Ranieri -, lasciando fuori l'allenatore. Questi ragazzi vi hanno fatto sognare per tutto l'anno. Quest'anno stiamo iniziando male. Non volevamo iniziare male, volevamo partire a mille all'ora, non ci siamo riusciti per una serie di fattori. Non voglio alibi, non ne ho bisogno. Vado dritto. Vogliamo dare e fare di più".

 

AS ROMA - CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO, CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >