BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIRETTA/ Milan-Napoli live: la partita comincia!

La diretta di Milan-Napoli, posticipo della trentaduesima giornata del campionato di serie A 2012-2013: segui e commenta in temporeale la partita di San Siro a partire dalle ore 20.45

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

E' tutto pronto per Milan-Napoli, match clou della trentaduesima giornata di campionato. Purtroppo da segnalare alcuni incidenti tra le tifoserie all'esterno dello stadio San Siro. Stando a quanto riferito dalla Gazzetta dello Sport, i tifosi rossoneri avrebbero accolto con lancio di pietre l'arrivo di un pullman, che trasportava un gruppo di sostenitori del Napoli. E' intervenuta la polizia che è stata costretta ed usare i gas lacrimogeni per calmare le acque e riportare la situazione alla normalità. E' tempo di pensare al campo: la partita si preannuncia equilibrata. L'agenzia di scommesse SNAI propone le seguenti quote per Milan-Napoli: 2.00 per il successo del Milan, 3.40 per il pareggio e 3.60 per la vittoria del Napoli, che dunque stando ai quotisti parte leggermente sfavorito. Vediamo quali sono le formazioni di Milan-Napoli: il grande escluso per scelta tecnica è Stephan El Shaarawy, al suo posto gioca titolare Robinho. MILAN-NAPOLI FORMAZIONI UFFICIALI  32 Abbiati; 20 Abate, 17 Zapata, 5 Mexes, 21 Constant; 16 Flamini, 18 Montolivo, 4 Muntari; 10 Boateng, 11 Pazzini, 7 Robinho. All. Allegri A disp: 1 Amelia, 59 Gabriel, 77 Antonini, 25 Bonera, 14 Salamon, 76 Yepes, 81 Zaccardo, 2 De Sciglio, 8 Nocerino, 22 Bojan, 19 Niang, 92 El Shaarawy  1 De Sanctis; 14 Campagnaro, 28 Cannavaro, 5 Britos; 11 Maggio, 85 Behrami, 20 Dzemaili, 18 Zuniga; 17 Hamsik; 19 Pandev, 7 Cavani. All. Mazzarri A disp: 12 Rosati, 15 Colombo, 2 Grava, 6 Rolando, 55 Gamberini, 16 Mesto, 4 Donadel, 88 Inler, 27 Armero, 13 El Kaddouri, 24 L.Insigne, 9 Calaiò Arbitro: Rocchi
 

Milan-Napoli chiude il programma della domenica della trentaduesima giornata del campionato di serie A 2012-2013. E' la partita tra le due squadre più forti del torneo dopo la Juventus, almeno stando alla classifica. Che vede il Milan terzo con 58 punti, e il Napoli secondo a quota 62. Per entrambe le squadre questa partita rappresenta un'occasione molto ghiotta. Con una vittoria il Napoli si porterebbe a 65 punti, avvicinando la vetta della classifica ma soprattutto mettendo 7 lunghezze tra sè ed il terzo posto. Viceversa il Milan deve battere i partenopei per fargli sentire il fiato sul collo, e salire a meno uno. Si sa, e lo sa anche Allegri, che però l'unica vittoria veramente decisiva per il secondo posto sarebbe quella del Napoli. Un eventuale risultato di parità tra Milan e Napoli porterebbe i rossoneri a quota 59 e gli azzurri a 63: in questo senso il segno X serve di più al Napoli. Non si nasconde, e per chi lo critica è una novità, Mazzarri, che ricorda il fascino di una sfida che ha visto protagonista Maradona nell'ultima vittoria partenopea. Non si faranno calcoli, ma i quattro punti di vantaggio sul Milan lo mettono con le spalle ben coperte e libero di tentare il tutto per tutto. L'arbitro di Milan-Napoli sarà il signor Rocchi, assistito dai guardalinee Di Liberatore e Cariolato, dal quarto uomo Maggiani e dagli arbitri di porta Bergonzi e De Marco. La partita si giocherà allo stadio San Siro di Milano, il calcio d'inizio è previsto per le ore 20.45. Il Napoli non vince in casa del Milan da ben 27 anni: tutti i tifosi partenopei, come lo storico capitano Giuseppe Bruscolotti, si augurano che questa sera sia la volta buona (clicca qui per l'intervista prepartita).
Il Milan è in serie positiva da lungo tempo: non perde in campionato dalla partita prima di Natale, all'Olimpico contro la Roma. Nelle ultime cinque gare i rossoneri hanno ottenuto 13 punti, frutto di 4 vittorie contro Lazio (3-0), Genoa (2-0), Palermo (2-0) e Chievo (1-0) e del pareggio con la Fiorentina (2-2) nell'ultima giornata. Che rappresenta una grossa occasione sprecata, visto il modo in cui è maturato (il Milan era sopra di due gol e con un uomo in più). Tuttavia questa sera la squadra di Allegri ha l'occasione migliore per rimarginare la ferita di Firenze e tornare a farsi sotto per il secondo posto. Mancherà Mario Balotelli, squalificato per tre giornate (assenza che ha suscitato qualche polemica per la durezza della squalifica, ma che non trova sponda nelle parole di Allegri sulle polemiche arbitrali): assenza importante ma non destabilizzante, anche perché Pazzini avrà un'ottima chance per dimostrarsi nuovamente all'altezza (clicca qui per le probabili formazioni di Milan-Napoli). I rossoneri non hanno ancora pareggiato in casa nel campionato in corso: il bilancio a San Siro è di 11 vittorie e 4 sconfitte, maturate tutte nel girone di andata (27 gol fatti su 55, 12 subiti su 34). Il Napoli invece ha raccolto 25 dei 62 punti complessivi in trasferta: il ruolino di marcia lontano dal San Paolo registra 7 successi, 4 pareggi ed altrettanti ko. 21 i gol segnati in trasferta, 15 quelli subiti. Ultimamente i partenopei si sono ripresi, riguadagnando terreno sul terzo posto: dopo un periodo di maggiore difficoltà, culminato nella sconfitta contro il Chievo del 10 marzo, gli azzurri hanno infilato 3 vittorie consecutive battendo Atalanta (3-2), Torino (5-3) e Genoa (2-0). Mazzarri ha tutta la squadra a disposizione, pur se una lista di diffidati degna delle proscrizioni di Silla nell'antica Roma: sono De Sacnctis, Gamberini, Campagnaro, Zuniga, Armero, Inler, Behrami, Pandev e Calaiò. Ora è il momento di passare la parola al campo: il big match Milan-Napoli sta per iniziare...