BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

PROBABILI FORMAZIONI/ Varese-Crotone: ultime novità (Serie B, 41esima giornata)

Le probabili formazioni di Varese-Crotone, 41esima giornata di serie B. I calabresi sono salvi, il Varese invece punta l'ultima posizione disponibile per i playoff, sabato va a Brescia

Foto InfophotoFoto Infophoto

Penultima giornata di campionato in serie B: con i verdetti ancora tutti aperti, il posticipo della 41esima giornata ci presenta un interessante Varese-Crotone. Certo i calabresi sono già salvi, ma per il Varese significa tanto: attualmente gli uomini di Agostinelli sono sesti alla pari con il Brescia (con cui hanno lo scontro diretto al Rigamonti tra una settimana), in caso di vittoria prenderebbero tre punti di vantaggio che poi potrebbero difendere con il pareggio. O anche con la sconfitta per un gol di scarto (all'andata hanno vinto 3-2) sempre che stasera ne mettano almeno 3 tra loro e il Crotone, superando le Rondinelle nella differenza reti generale. Calcoli complicati, ma in caso andasse bene (e con l'aiuto dagli altri campi nella prossima giornata) i lombardi andrebbero ai playoff per il terzo anno consecutivo. 

"Giochiamocela", dice Andrea Agostinelli (un ex: ha allenato a Crotone nel 2004/2005), che nelle tre partite da allenatore del Varese ha centrato 7 punti, pareggiando però in maniera che rischia di essere sanguinosa a Grosseto (ripreso dal 2-0 al 95': "avremmo dovuto essere più furbi", ha detto). "Mi sono caricato di più, non mi aspettavo tutti questi tifosi: è una spinta importante. Non credo che molte squadre ci siano superiori, forse solo una, lo sanno anche i ragazzi. Cerchiamo di vincere per autostima e morale, poi penseremo allo spareggio di Brescia. Dico sempre che questo è il momento dei nervi e non della tattica. Prendiamo il Sassuolo: non è ancora promosso, eppure ha dimostrato di essere fortissimo. E' la serie B, un campionato insidioso ed estenuante". Il Varese con il nuovo allenatore è passato al 4-2-3-1 come modulo di base: probabile che Ebagua parta dalla panchina per essere preservato in vista di Brescia (è diffidato, come Zecchin), in campo andrà Luca Scapuzzi come unica punta, con il supporto di Ferreira Pinto e Oduamadi esterni e Neto Pereira (otto reti) dietro di lui. Cerniera di centrocampo nella quale torna titolare Moussa Kone, che può giocare con Zecchin o più facilmente con Daniele Corti, superstite della promozione dalla C1. In difesa Rea e Troest è la coppia centrale confermata, a destra va Pucino mentre dall'altra parte è ballottaggio Franco-Lazaar. 

Se le cose si metteranno bene Ebagua non verrà rischiato: l'attaccante, 17 gol in campionato, è troppo importante perchè possa saltare la trasferta di Brescia. Con lui si siede l'altro diffidato e altrettanto cardine nella formazione Zecchin, Filipe è un innesto utile per blindare il centrocampo e al tempo stesso portare qualità, Franco Tripoli era stato giocatore importante due stagioni fa, mentre quest'anno non ha mai trovato il giusto spazio. 

Agostinelli deve fare a meno dello squalificato Martinetti, attaccante utile soprattutto per il lavoro di sponda che sa garantire. Fuori da tempo anche Loris Damonte.