BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta Sassuolo-Sampdoria (risultato 0-0): live e cronaca della partita. Formazioni ufficiali, si comincia! (Serie A, 21 settembre 2014)

Diretta Sassuolo Sampdoria, risultato live e cronaca della partita di Serie A 2014-2015: alle ore 15 al Mapei Stadium di Reggio Emilia si gioca la gara della terza giornata di campionato

Foto Infophoto Foto Infophoto

Le formazioni ufficiali di Sassuolo-Sampdoria, partita valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2014-2015 e che sarà diretta dall'arbitro Di Bello. Sassuolo (4-3-3): 47 Consigli; 11 Vrsaljko, 5 Antei, 15 Acerbi, 13 Peluso; 33 Brighi, 4 Magnanelli, 19 Taider; 83 Floro Flores, 10 Zaza, 17 N.Sansone In panchina: 1 Pomini, 16 Polito, 13 Ariaudo, 20 Bianco, 29 Terranova, 3 Longhi, 23 Gazzola, 45 Chibsah, 7 Missiroli, 8 Biondini, 14 Pavoletti, 95 Gliozzi, 99 Floccari Allenatore: Eusebio Di Francesco Sampdoria (4-3-3): 2 Viviano; 29 De Silvestri, 26 Silvestre, 28 Gastaldello, 19 Regini; 21 Soriano, 17 Palombo, 14 Obiang; 11 Gabbiadini, 9 Okaka, 23 Eder In panchina: 1 Da Costa, 33 Romero, 86 Cacciatore, 44 Fornasier, 3 Mesbah, 5 A.Romagnoli, 6 Duncan, 10 Krstcic, 32 Marchionni, 22 Rizzo, 77 Wszolek 18 Bergessio, 27 L.Djordjevic, 7 Fedato, 12 G.Sansone Allenatore: Sinisa Mihajlovic 

Sta per inizaire la diretta di Sassuolo Sampdoria. Dopo l’ennesima scoppola rimediata contro l’Inter, è tempo di reagire per il Sassuolo, che contro la Sampdoria, tra le mura amiche del Mapei Stadium, cerca la prima vittoria stagionale. Eugenio Di Francesco e i tifosi rossoblù si attaccano alle spalle e al talento di Simone Zaza, che nel tridente sarà affiancato da Floro Flores e Sansone. Sinisa Mihajlovic risponde con Okaka, Gabbiadini ed Eder, che fanno sempre paura essendo un trio davvero ben assortito. Entrambi gli allenatori adottano il 4-3-3 e dunque giocheranno a specchio con Vrsaljko e Peluso che se la vedranno con Regini e De Silvestri. In mezzo al campo la lotta è tra Biondino-Magnanelli-Taider e Palombo-Obiang-Soriano. 

Manca oramai poco alla partita Sassuolo Sampdoria, sfida di campionato che seguiremo come sempre in diretta. In attesa del calcio d'inizio vediamo i numeri di questa partita. Guai in casa Sassuolo: 8 gol subiti in due partite e tanta confusione in campo. Gli emiliani fanno poco possesso palla, appena 20’20’’ e hanno una bassa pericolosità offensiva, ferma al 32%. In più, appena il 56.6% dei passaggi viene portato a buon fine. Decisamente meglio i dati statistici dei blucerchiati, che tengono la palla per 24’38’’, completano il 64.7% dei passaggi e sono pericolosi per il 41%. Tira invece di più il Sassuolo: 12 conclusioni contro le 8 dei liguri.  

Tutto pronto per il calcio d'inizio di Sassuolo-Sampdoria, partita valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2014-2015 e diretta da Di Bello; i due allenatori hanno studiato per tutta la settimana la formazione giusta per affrontare l'impegno. Di Francesco deve sostituire lo squalificato Berardi e dovrebbe affidarsi al navigato Floro Flores, per lui quasi un derby visti i trascorsi positivi con la maglia del Genoa; Sinisa Mihajlovic invece continua a puntare un ritrovato Okaka al centro dell'attacco, così da rinviare l'esordio da titolare di Bergessio. Vediamo le probabili formazioni del match a poche ore dal calcio d'inizio.  - 

Ale ore 15 di oggi pomeriggio il Mapei Stadium di Reggio Emilia ospita Sassuolo-Sampdoria, partita valida per la terza giornata del campionato di Serie A 2014-2015. Si tratta di una partita tra due squadre che tecnicamente condividono l’obiettivo della salvezza come principale traguardo stagionale, anche se poi i blucerchiati potrebbero guardare anche più in là; sicuramente arrivano da due diverse partite giocate la scorsa settimana, dunque diverso è il morale e differenti sono gli approcci mentali. La Sampdoria infatti ha confermato di avere una formazione che se la può giocare con tutte sulla singola partita, mentre i neroverdi devono immediatamente resettare la mega-sconfitta subita a San Siro. Era accaduto anche lo scorso anno, pure se in casa: era la quarta giornata e in quella successiva il Sassuolo di Eusebio Di Francesco colse un brillante pareggio a Napoli. Dunque, anche questa volta le cose potrebbero migliorare subito. I precedenti ufficiali tra queste due squadre sono due, e risalgono alla stagione scorsa; curiosamente arrivarono due vittorie esterne. All’andata a Marassi vinse il Sassuolo con uno spettacolare 4-3 maturato negli ultimi minuti, il mattatore fu Domenico Berardi che infilò tre gol e, tra le altre cose, portò all’esonero di Delio Rossi che fu sostituito da Sinisa Mihajlovic. Al ritorno invece si impose la Sampdoria per 2-1, il Sassuolo era in un periodo di flessione mentre i blucerchiati stavano volando, avevano già ottenuto la salvezza e guardavano - seppure da lontano - a una possibile incursione in zona Europa League. Che poi non raggiunsero, ma fu indice del bel campionato disputato. Sono due gli ex in campo, uno per parte: Gianluca Sansone, oggi a Genova, con la maglia del Sassuolo è esploso nella Serie B 2011-2012, quella che il Sassuolo ha chiuso con l’eliminazione in semifinale playoff. In 40 partite ha realizzato 20 gol, sbagliando un rigore proprio contro la Sampdoria che avrebbe potuto dare un’altra musica alla corsa verso la promozione.  Con la maglia neroverde gioca invece Simone Zaza, al suo secondo anno in Emilia: l’attaccante lucano ha giocato una stagione nelle giovanili blucerchiate trovando anche l’esordio in Serie A, è stato in prestito alla Juve Stabia, al Viareggio (9 gol in 16 partite) e all’Ascoli dove è esploso con 18 gol in Serie B e ha attirato le attenzioni della Juventus, che lo ha acquistato a titolo definitivo per 3,5 milioni di euro. Il Sassuolo come lo scorso anno ha perso 7-0 contro l’Inter. Stavolta è successo a San Siro, ma la cosa non ha certo mitigato la delusione: i proclami del presidente Giorgio Squinzi sono stati del tutto disattesi e soprattutto si pensava che con un anno di esperienza in più, la crescita dei giovani (soprattutto Simone Zaza) e una bella prova fornita alla prima giornata le cose sarebbero migliorate. Invece è stato pure peggio: evidentemente i nerazzurri sono la kryptonite del Sassuolo, altrimenti non si possono spiegare due imbarcate del genere a distanza di 12 mesi. A Di Francesco importa solo una cosa: ripartire immediatamente, dimenticarsi in fretta di questa partita. Non c’è modo migliore per farlo che cogliere una vittoria contro la Sampdoria: vincere aiuta a vincere, e ovviamente alza il morale delle truppe. Le quali dovranno fare a meno di Domenico Berardi: il giovane attaccante, recidivo, ha sferrato una gomitata gratuita a Juan Jesus con la sua squadra sotto 0-5. Sfuggito all’occhio dell’arbitro, il gesto non ha però ingannato le telecamere: tre giornate di squalifica e dura reprimenda da parte del suo allenatore. Questi problemi al momento non li ha la Sampdoria: la vittoria per 2-0 contro il Torino ha messo in evidenza una squadra che sa giocare bene a calcio ed è molto pericolosa, sa imporre i suoi ritmi alla partita e comandare il gioco. Le reti di Gabbiadini e Okaka, entrambe bellissime, hanno proiettato i blucerchiati a quota 4 punti, appena dietro le tre squadre a punteggio pieno dopo due giornate di campionato. Certo Sinisa Mihajlovic sa bene che non è questa la vera dimensione della Sampdoria 2014-2015, ma si gode il momento finchè dura e comunque prova a raggranellare adesso i punti utili per la salvezza, mettendoli da parte per quando arriveranno tempi peggiori o, in alternativa, per puntare magari più in alto, cioè alla parte sinistra della classifica con sguardo sull’Europa League. Una partita dunque importante per entrambe le squadre: vedremo come andrà a finire, se gli emiliani sapranno tirarsi fuori dai guai o i blucerchiati continueranno la loro corsa nei piani alti della classifica. Non ci resta che dare la parola al campo, metterci comodi e stare a vedere come andrà a finire la sfida di Reggio Emilia: la diretta di Sassuolo-Sampdoria, terza giornata del campionato di Serie A 2014-2015, sta per cominciare…

© Riproduzione Riservata.