AUTORI / Fernando De Haro

Fernando De Haro, nato a Madrid nel 1965, è direttore dei servizi informativi di Popular TV. È laureato in Diritto e in Scienze dell’informazione. È stato redattore della rivista Nueva Empresa, caporedattore di Alfa Y Omega, redattore dei servizi informativi di Canal+. Ha lavorato anche alla realizzazione di CNN+, dove è stato presentatore, editore e vice responsabile di economia. È stato direttore dei programmi di volontariato della Comunità di Madrid e Professore Associato dell’Università Carlo III. È direttore di www.paginasdigital.es. È autore del libro Zapatero en nombre de nada e ha collaborato alla stesura de libro Diario de una legislatura. È direttore generale dell’azienda di comunicazione N Medio. (Twitter) | Feed Rss

TUTTI GLI ARTICOLI

È la vita che decide

È la vita che decide, non il presidente di un'azienda, un sacerdote o un politico. I politici catalani dovrebbero tenerne conto ora che devono formare un Governo.

Vivere senza paura

Il libro del filosofo Charles Taylor, dell'arcivescovo Rowan Williams, del teologo Julián Carrón appena pubblicato offre spunti molto interessanti

Il ritorno del manicheismo

Viviamo tempi difficili, dove sembra prevalere la solidarietà ostile. Senza capire che lo stato di crisi, sempre in attesa di un cambiamento, è la nostra migliore risorsa

La vittoria di K.

K. era tra le migliaia di persone che si sono radunate venerdì scorso per il funerale di Navalny vincendo la paura del regime

La gabbia dei principi

Negli Stati Uniti è iniziata una lunga campagna elettorale in cui risulta evidente la causa principale dei problemi delle democrazie occidentali

L'antidoto alla paura

Le leggi sembrano incapaci di proteggerci. Per non essere condannati a rimanere paralizzati dalla paura abbiamo a disposizione solo il nostro io

Un Natale diverso

In Terra Santa si sta per celebrare un Natale diverso dagli ultimi, a causa di una guerra che ha lasciato sotto shock un intero Paese

La tirannia dei familiari

In Argentina, come in altri Paesi, lo scambio di favori su cui si regge il sistema elettorale finisce per danneggiare la democrazia

Il pantano della Spagna

Pedro Sánchez può essere rieletto Presidente del Governo con l'appoggio degli indipendentisti catalani, ma dovrà concedere loro l'amnistia

Il cimitero Mediterraneo

Sono tanti i migranti approdati in Europa negli ultimi mesi, così come tanti sono quelli morti nel Mediterraneo. Un fenomeno su cui pesano alcuni paradossi

Il dilemma spagnolo

La Spagna è ancora una volta in fiamme dal punto di vista politico. Questo per via delle trattative tra socialisti e Puigdemont

Ken sul proprio scivolo

Grandi incassi e giudizi controversi su "Barbie". Il film nonostante tutto pone un tema cruciale per il XXI secolo: non sappiamo più chi siamo

Amicizia inesauribile

Sostenere che a guidare la vita è l'amicizia, come propone il Meeting di Rimini quest'anno, significa adottare un punto di partenza ottimista, pieno di speranza, positivo

L'esperienza da non temere

Fino a non molto tempo fa la parola "esperienza" non era ben vista nel magistero pontificio, ma Francesco ha ricordato l'importanza dell'esperienza della verità

Il popolo non vuole recinti

Si avvicinano le elezioni in Spagna. I cittadini, al contrario dei politici, sembrano non voler lasciarsi andare alla sfiducia e alle divisioni

Guerra alle fake news

L’Ue vuole cancellare le fake news utilizzando il Digital Services Act. Ma un sistema di controllo esterno non basta a ottenere il risultato

Non ci serve un Leviatano

L'antropologia negativa è sempre più pervasiva e ci fa credere di aver bisogno di un qualche tipo di Leviatano, sia politico che economico

Convivere con l'errore

Viviamo in un periodo in cui si è molto preoccupati di non sbagliare. E questo può diventare un grimaldello importante per i manipolatori

GLI ARCHIVI DELL'AUTORE