La bellezza del mondo

Nuovo appuntamento de L’Artigiano in Fiera edizione 2013. ANTONIO INTIGLIETTA spiega le ragioni di un evento unico che racconta la bellezza del mondo e il gusto della vita

01.12.2013 - Antonio Intiglietta
artigiano_fiera_r439
L'Artigiano in Fiera (Infophoto)

“Il migliore acquisto che si possa fare all’Artigiano in Fiera è acquisire la consapevolezza di quanto sia meraviglioso il mondo e stupenda, incredibilmente bella, la vita. Visitare la fiera significa immergersi in terre vicine e lontane, anche sconosciute. Significa avvertire sapori e odori nuovi, intriganti e affascinanti. Significa conoscere persone stupende, anche appartenenti a mondi e culture diverse. Significa danzare, cantare con l’anima e il cuore. Sì, perché per nove giorni tutto il Mondo si concentra tra quei padiglioni per fare festa. Una festa alla quale siamo tutti invitati a partecipare con gioia, amore e rispetto. Una festa di colori, musiche, sorrisi e volti che possono, se ci lasciamo guidare dal Cuore, mostrarci quanto sia meraviglioso il mondo e stupenda, incredibilmente bella, la vita”.

Tra le migliaia di commenti che in questi giorni stanno riempiendo la bacheca della pagina Facebook di Artigiano in Fiera questo è senz’altro il più coerente con il messaggio del quale da diciotto anni la nostra manifestazione si fa portatrice: la partecipazione ad un’esperienza umana genuina, attraverso l’esaltazione della bellezza e della bontà del lavoro artigiano.

La prossima edizione sarà ancora una volta una formidabile vetrina della genialità delle micro-piccole imprese, cuore pulsante della nostra economia. Per questo motivo rappresenterà una nuova iniezione di positività in un mondo oggi carico di negatività.

Perché L’Artigiano in Fiera è un’esperienza di vita, un fenomeno culturale che comunica storie e culture di 113 Paesi. Respirare profumi e odori, degustare i sapori di luoghi lontani, toccare con mano oggetti unici, incrociare volti e conoscere storie affascinanti di uomini al lavoro sono valori difficilmente replicabili in un altro contesto. Ed è grazie a questa forza che siamo riusciti tutti insieme a far crescere il consenso e la partecipazione popolare, rendendo la manifestazione un appuntamento anticiclico.

Non si possono certo nascondere le difficoltà del momento. Ma proprio la crisi, che ha colpito a tutti i livelli e in tutto il mondo, è un’opportunità per cambiare. Tutti siamo chiamati ad un ripensamento e, in quest’ottica, anche L’Artigiano in Fiera ha introdotto fattori di novità. In particolare, ci siamo fatti ancora una volta compagni del destino di ogni singolo artigiano per supportarlo a stare davanti alle provocazioni del mercato e della realtà.

Oggi accompagniamo le imprese di fronte alle sfide ineludibili dell’innovazione, intesa come un nuovo modo di produrre, di rendere contemporanea una tradizione e di comunicare la propria impresa, e dell’internazionalizzazione, per competere in un mercato sempre più globalizzato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimi Editoriali

Vedi tutti