Abolizione bollo auto/ Fra proroghe ed esenzioni: andrà veramente pagata?

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollo auto abolito? Un sogno per gli italiani ma al momento destinato a rimanere solo tale: chi deve pagarlo e chi invece è esentato

Autostrade, casello
Autostrade, code al casello (LaPresse)

Il bollo auto è senza dubbio una delle tasse che gli italiani pagano con meno voglia. Del resto è triste pagare una tassa su un bene che possediamo, ma lo Stato, ed in particolare le Regioni, necessitano di questi soldi (si parla di circa 6.5 miliardi di euro), e di conseguenza sarà difficile che lo stesso bollo venga prima o poi abolito. E a riguardo sta circolando in queste ore, analizzando i trend di ricerca su internet, la notizia che vuole l’addio della “fastidiosa” tassa sull’auto. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza, cominciando dal dire che allo stato attuale delle cose non vi è assolutamente in programma l’intenzione da parte del governo di eliminare il bollo, alla luce anche degli ingenti introiti di cui sopra. Diverso invece è il discorso relativo alle sospensioni, ma solo temporanee, per via dell’epidemia di coronavirus. Tutte le regioni sono venute incontro ai cittadini negli scorsi mesi, posticipando le varie scadenze, ma al di fuori della Sicilia, dove il pagamento sarà permesso fino al 30 novembre, per i bolli la cui scadenza è compresa fra l’8 marzo e il 31 ottobre, in tutte le altre zone d’Italia il bollo è già scaduto.

BOLLO AUTO ABOLITO? PER ORA LA FASTIDIOSA TASSA RESTA

La sospensione del bollo auto era stata inserita nel decreto cosiddetto Cura Italia, emesso in piena emergenza covid, che ha appunto permesso la proroga di tutta una serie di scadenze fiscali e di tasse sia in favore dei lavoratori quanto dei cittadini. In merito invece ai decreti Agosto e Semplificazioni, non vi sono invece indicazioni a riguardo. L’abolizione del Bollo Auto è un po’ una sorta di cavallo di battaglia, soprattutto in periodo di elezioni, così come il Canone Rai, altra tassa che gli italiani pagano non proprio con il sorriso. Spesso e volentieri abbiamo sentito politici promettere di eliminare le due tassazioni di cui sopra, ma fino ad oggi sono rimaste solo chiacchiere e null’altro. Ricordiamo che il bollo auto va pagato da tutti, tranne chi ha compiuto 75 anni e con un reddito proprio e del coniuge non superiore agli 8 mila euro. Sono esenti anche le persone disabili che rientrano nella normativa apposita. Niente bollo auto, infine, per le auto elettriche, quelle a Gpl, e quelle storiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA