Adriano Panzironi “Attacchi? Io contro medicina cieca”/ E apre il primo di 100 negozi

- Silvana Palazzo

Adriano Panzironi torna e apre il primo di 100 negozi in Italia. E sugli attacchi che riceve: “Non sono contro la scienza, ma la medicina cieca che segue dogmi”

Adriano Panzironi lapresse 2020 640x300
Adriano Panzironi, "guru" delle diete in tv (Foto LaPresse)

Le inchieste e le polemiche non fermano Adriano Panzironi: sta per aprire il primo di 100 negozi in Italia. Sabato ad Aprilia è in programma l’inaugurazione del primo shop Life 120 e si è deciso di farla durare 7 ore per accontentare tutti nel rispetto delle norme anti Covid: ci sono state, infatti, molte partecipazioni. Quello a sud di Roma sarà solo il primo negozio: l’imprenditore, accusato tra l’altro di abuso della professione medica, ne vuole aprire altri 4 a gennaio a Roma e un centinaio nei prossimi tre anni in tutta Italia. In questi punti vendita ci saranno gli integratori che promuove anche in tv. Tra l’altro c’è stato uno scontro con l’Agcom che ha chiesto la chiusura dei canali televisivi in cui espone la sua teoria alimentare che si è chiuso favorevolmente per lui. Ma gli integratori sono da anni in vendita nelle farmacie. Ma nei punti vendita ci saranno anche prodotti alimentari low carb su cui lavora da 3 anni.

ADRIANO PANZIRONI APRE IL PRIMO DI 100 NEGOZI IN ITALIA

Adriano Panzironi è consapevole che l’idea di aprire una catena di negozi sui prodotti Life 120 è destinata a riaprire il fronte delle polemiche sulla trasparenza e l’efficacia del suo metodo. «Posso dire che gli attacchi a me sono strumentali, sul territorio abbiamo molto consenso. Ribadisco che non sono contro la scienza, ma contro la medicina cieca che segue dei dogmi», diceva ieri a Repubblica. Peraltro, è pronto ad andare avanti finché avrà persone interessate ai suoi prodotti, che non sono vietati dalla legge. Il personaggio resta controverso, infatti sono in corso guerre giudiziarie e amministrative. C’è un contenzioso con l’Ordine dei giornalisti che lo aveva sospeso per 8 mesi, il cui provvedimento si è concluso e quindi potrebbe riprendere a scrivere. E c’è l’inchiesta della procura di Roma, avviata su denuncia dell’Ordine dei medici, per la quale è a giudizio per abuso della professione medica. Il processo comincerà ad ottobre.



© RIPRODUZIONE RISERVATA